Il Servizio civile universale – Sistema Anci

Il Servizio Civile Universale avvicina le giovani generazioni alla vita delle comunità locali, favorisce la conoscenza del funzionamento delle istituzioni, sviluppa spirito critico e di consapevolezza delle dinamiche democratiche. Nello stesso tempo, trattandosi di un’esperienza che coniuga valori etici e ideali a esperienze concrete di formazione, si è rivelato anche un istituto capace di orientare scelte di studi, percorsi lavorativi e di partecipazione.
Programmazione – Piano triennale 2020-2022
Con la firma del Decreto che approva il Piano triennale 2020-2022 del Servizio civile universale (Scu), la riforma entra nel vivo, avviata con la legge 106/2016 e portata avanti dai Decreti legislativi 40/2017 e 43/2018.Con la nuova programmazione gli enti non presenteranno più singoli progetti, bensì programmi articolati in progetti (almeno 2 per ogni Programma e con una richiesta minima di 12 volontari), che dovranno avere “obiettivi strategici comuni, uno specifico ambito di azione entro cui operare e una coerenza complessiva delle attività, per rendere più armonici ed efficaci gli interventi”.
“Il Piano triennale, pone le sue fondamenta sull’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile, programma di azione che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato il 25 settembre 2015 con la risoluzione 70/1. L’Agenda è basata sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio articolati su tre dimensioni – economica, sociale e ambientale – e identifica 17 Obiettivi per lo Sviluppo sostenibile, declinati al loro interno in 169 traguardi interconnessi e indivisibili”. Il Piano triennale del SCU ne individua in particolare 11 tra quelli indicati dall’Agenda, che risultano “coerenti con la politica del Governo, con le politiche settoriali realizzate dalle singole Amministrazioni e con gli indirizzi strategici di programmazione e pianificazione delle Regioni in relazione a temi di interesse del servizio civile.
Programmazione 2021
Il Piano annuale 2021, applica le previsioni contenute nel Piano triennale 2020-2022. In piena coerenza con il quadro programmatorio triennale, si limita a introdurre nuove indicazioni ed elementi innovativi, volti a rafforzare la programmazione e a rendere più efficaci gli strumenti disponibili.
Presentazione progetti 2021
È prorogata alle ore 14,00 del 20 maggio 2021 la scadenza per la presentazione dei programmi di intervento di servizio civile universale, precedentemente fissata al 30 aprile 2021 dall’Avviso pubblicato lo scorso 31 dicembre, a tutti gli enti che, alla data di scadenza dello stesso, risultino iscritti all’Albo di servizio civile universale, di cui all’art. 11 del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, possono presentare al Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale programmi d’intervento da realizzarsi in Italia e all’estero, con le modalità previste dalla Circolare del Capo del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale del 23 dicembre 2020, recante Disposizioni per la redazione e la presentazione dei programmi di intervento di servizio civile universale – Criteri e modalità di valutazione
La proroga dei termini intende dar seguito alla richiesta delle principali rappresentanze degli enti di servizio civile – sostenuta anche dalla Presidente della Consulta nazionale per il servizio civile universale – che, in considerazione del perdurare della situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 e del consistente impegno dedicato allo svolgimento delle selezioni on-line, hanno rappresentato la difficoltà dell’impianto organizzativo e procedurale a rispondere nei termini iniziali posti dall’Avviso.

 

Ultimi articoli