#MIssioneItalia2022

Garofoli: “Enti territoriali protagonisti, si apre adesso fase complessa, necessario confronto”

Il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Roberto Garofoli ha sottolineato l’importanza degli enti territoriali in questa delicatissima fase del Pnrr, e per questo ha rimarcato la necessità di un serrato e lucido coordinamento istituzionale.
“Dopo l’assegnazione delle risorse, che possiamo dire quasi completata, si sta aprendo la fase della realizzazione ed è particolarmente complessa – ha detto – perché richiede un impegno dell’intero sistema amministrativo, ma non possiamo nascondere che il sistema presenta difficoltà e debolezze, mentre il piano impone tempestività”.
Tra il 2022 e il 2024, ha ricordato Garofoli, avverrà la maggior parte delle aggiudicazioni e pertanto “tempestive devono essere le segnalazioni di criticità e difficoltà”. Garofoli ha ricordato poi le azioni messe in atto nel senso delle semplificazioni procedimentali, in particolare sulla disciplina delle aree interne, e del potenziamento della capacità amministrativa e ha citato l’azione di affiancamento tecnico amministrativo realizzata per i funzionari degli enti territoriali. A questo proposito ha citato la piattaforma in collaborazione con Cdp e adibita a fornire assistenza tecnica e l’impegno, anche da parte di altre società pubbliche tra cui Invitalia, in questo campo.
Il Sottosegretario si è poi soffermato sul tema delle legalità e dei controlli, settore nel quale “occorre evitare il rischio burocratizzazione”.