Il Percorso Formativo



Torna alla home page del progetto

Il Percorso Formativo

Programma primo ciclo formativo

CALENDARIO PERCORSO FORMATIVO
“Le forme e gli strumenti di partenariato pubblico-privato nella Riforma del Terzo settore”
Primo ciclo (1 dicembre 2021 – 24 maggio 2022)

  • La Riforma del Terzo settore: inquadramento generale
    1 dicembre 2021, ore16 – 18
  • La disciplina degli Enti di Terzo Settore (ETS) nel Codice del Terzo Settore (CTS)
    6 dicembre 2021 e 10 gennaio 2022 – ore 10-12
  • Il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS)
    18 gennaio 2021 – ore 10-12
  • Le imprese sociali
    7 febbraio 2022 – ore 10-12
  • Gli strumenti dell’amministrazione condivisa nel Titolo VII del CTS
      • Amministrazione condivisa: inquadramento generale
        15 febbraio 2022 – ore 10-12
      • La co-programmazione
        1 marzo 2022 – ore 10-12
      • La co-progettazione
        15 marzo 2022 – ore 10-12

  • La raccolta fondi e la nuova disciplina del 5×1000 per l’attivazione di partenariati pubblico-privati
    11 aprile 2022 – ore 10-12
  • Le convenzioni con APS e ODV
    28 aprile 2022 – ore 10-12
  • L’uso e la valorizzazione dei beni pubblici
    16 maggio 2022 – ore 10-12
  • La valutazione di impatto sociale (VIS)
    24 maggio 2022 – ore 10-12

Scarica il programma in PDF

1 dicembre 2021 – La Riforma del Terzo settore: inquadramento generale

La Riforma del Terzo settore, con l’avvio del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS), entra nel vivo e rafforza le possibilità – offerte dal Codice del Terzo Settore (CTS) sia agli enti pubblici che agli Enti di Terzo Settore (ETS) – di avviare rapporti collaborativi mediante procedimenti amministrativi ad evidenza pubblica.Scopo del primo webinar è quello di fornire un inquadramento generale della Riforma e del Codice, in modo da comprenderne meglio la ratio e le finalità complessive e, dunque, gli istituti collaborativi, che si pongono in modo strumentale rispetto alle stesse finalità della Riforma.Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – dalla legge delega ai decreti delegati di Riforma del Terzo Settore;
  • – la Riforma del Terzo settore: gli elementi costitutivi;
  • – il Codice del Terzo settore: finalità, impianto e contenuti;
  • – il percorso di attuazione della Riforma;
  • – il rapporto fra Codice del Terzo settore e codice dei contratti pubblici: cenni.

Docente

Gabriele Sepio – membro del comitato scientifico per la promozione dell’economia sociale nei rapporti internazionali istituito dal Ministro del Lavoro e delle politiche sociali. Segretario Generale di Terzjus e membro del comitato di gestione della Fondazione Italia sociale, è stato coordinatore del tavolo tecnico-fiscale per la riforma del terzo settore presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, editorialista de Il sole 24 ore, autore di articoli e volumi in tema di terzo settore, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni.

Moderatore

Luciano Gallo– Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

6 dicembre 2021 – La disciplina degli Enti di Terzo Settore (ETS) nel Codice del Terzo Settore (CTS) – Prima parte

Il Codice del Terzo Settore (CTS) dedica un intero Titolo (il VII) al “coinvolgimento degli enti di Terzo settore”, finalizzato ad attivare rapporti collaborativi con gli enti pubblici per lo svolgimento di attività di interesse generale, anche mediante l’utilizzo di beni pubblici.Uno dei presupposti è l’essere Ente di Terzo settore, ai sensi dell’art. 4 del Codice. Si tratta di un aspetto saliente della Riforma, perché per la prima volta viene introdotta una definizione – unitaria – di tali enti, alla quale corrisponde tuttavia una pluralità di forme e di declinazioni.Finalità delle due sessioni formative è comprendere i tratti unificanti del nuovo regime giuridico degli ETS, ma anche le peculiarità delle singolede declinazioni.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – La definizione di ETS nel CTS: inquadramento generale;
  • – le diverse forme di ETS;
  • – la disciplina degli ETS: istituzione, organizzazione, attività e scioglimento;
  • – il rapporto con la legislazione di settore e quella regionale, nonché con il codice civile;
  • – il rapporto tra legge e autonomia statutaria nella disciplina degli ETS.

Docente

Antonio Fici – Associato di diritto privato nell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Direttore del Comitato scientifico di Terzjus, autore di varie pubblicazioni, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

10 gennaio 2022 – La disciplina degli Enti di Terzo Settore (ETS) nel Codice del Terzo Settore (CTS) – Seconda parte

Al via la seconda di due sessioni formative dedicate a La disciplina degli Enti di Terzo Settore (ETS) nel Codice del Terzo Settore (CTS) che si svolgono nell’ambito del percorso formativo Le forme e gli strumenti di partenariato pubblico-privato nella Riforma del Terzo settore.
Il Codice del Terzo Settore dedica un intero Titolo (il VII) al “coinvolgimento degli enti di Terzo settore”, finalizzato ad attivare rapporti collaborativi con gli enti pubblici per lo svolgimento di attività di interesse generale, anche mediante l’utilizzo di beni pubblici.
Uno dei presupposti è l’essere Ente di Terzo settore, ai sensi dell’art. 4 del Codice. Si tratta di un aspetto saliente della Riforma, perché per la prima volta viene introdotta una definizione – unitaria – di tali enti, alla quale corrisponde tuttavia una pluralità di forme e di declinazioni.
Finalità della sessione formativa è comprendere i tratti unificanti del nuovo regime giuridico degli ETS, ma anche le peculiarità delle singole declinazioni. La prima giornata formativa ha avuto luogo il 6 dicembre 2021.
Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi, oltre a rispondere ai quesiti inviati dai partecipanti:

  • – La definizione di ETS nel CTS: inquadramento generale;
  • – le diverse forme di ETS;
  • – la disciplina degli ETS: istituzione, organizzazione, attività e scioglimento;
  • – il rapporto con la legislazione di settore e quella regionale, nonché con il codice civile;
  • – il rapporto tra legge e autonomia statutaria nella disciplina degli ETS.

Docente

Antonio Fici – Associato di diritto privato nell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Direttore del Comitato scientifico di Terzjus, autore di varie pubblicazioni, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

18 gennaio 2022 – Il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS)

Con l’avvio del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) entra nel vivo la Riforma del Terzo Settore (CTS), dal momento che solo gli ETS iscritti nel Registro possono beneficiare delle opportunità, di varia natura, previste dal CTS.Scopo del webinar è quello di esaminare i profili giuridici ed operativi del Registro, ponendosi sia dal lato degli ETS, che degli enti locali, in coerenza con lo spirito e le finalità del percorso formativo.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – il RUNTS: istituzione, organizzazione e funzionamento alla luce del decreto ministeriale n. 106/2020;
  • – la tenuta del Registro alla luce delle attività degli enti territoriali (in collaborazione con le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano);
  • – la trasmigrazione di ODV e APS dai registri territoriali al RUNTS e il periodo transitorio;
  • – la nuova disciplina sull’iscrizione degli ETS nel RUNTS: dal regime concessorio a quello autorizzatorio;
  • – iscrizione al RUNTS degli enti privi di personalità giuridica;
  • – l’acquisto della personalità giuridica da parte degli ETS ai sensi dell’art. 22 CTS;
  • – il rapporto fra l’iscrizione nel Registro e le forme di partenariato fra ETS ed enti pubblici.

Docente

Gabriele Sepio – membro del comitato scientifico per la promozione dell’economia sociale nei rapporti internazionali istituito dal Ministro del Lavoro e delle politiche sociali. Segretario Generale di Terzjus e membro del comitato di gestione della Fondazione Italia sociale, è stato coordinatore del tavolo tecnico-fiscale per la riforma del terzo settore presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, editorialista de Il sole 24 ore, autore di articoli e volumi in tema di terzo settore, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

7 febbraio 2022 – Le imprese sociali

Il percorso formativo dedica un approfondimento specifico ad una specifica qualificazione giuridica di ETS, oggetto di disciplina non solo del CTS, ma di un decreto delegato ad hoc (d. lgs. n. 112/2017 e ss. mm.). Il riferimento è all’impresa sociale. La Riforma del Terzo settore, infatti, aveva fra l’altro il compito di rinnovare, innovandola, la preesistente disciplina del 2005 sulle imprese sociali.Finalità della sessione formativa è di descrivere non solo i tratti distintivi dell’impresa sociale come ETS, ma soprattutto le opportunità per i territori, anche dei comuni di minori dimensioni e delle stesse aree interne, data dallo svolgimento di attività di interesse generale in forma di impresa. Un’impresa di cui possono far parte, nei modi e nei limiti trattati nell’intervento formativo, le stesse amministrazioni pubbliche, i soggetti for profit oltre, ovviamente, agli ETS.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – la nuova disciplina delle imprese sociali nel d. lgs. n. 112/2017: inquadramento generale;
  • – le imprese sociali come ETS: il rapporto con il CTS;
  • – il rapporto con le discipline di settore, con il codice civile, con il codice dei contratti pubblici (d. lgs. n. 50/2016) e con il Testo unico delle Società Partecipate (d. lgs. n. 175/2016);
  • – le attività di interesse generale esercitabili dalle imprese sociali;
  • – la partecipazione delle amministrazioni pubbliche e delle imprese private nelle imprese sociali: presupposti, modalità e limiti;
  • – la costituzione ed il funzionamento.

Docente

Antonio Fici – Associato di diritto privato nell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Direttore del Comitato scientifico di Terzjus, autore di varie pubblicazioni, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

15 febbraio 2022 – Amministrazione condivisa: inquadramento generale

Il percorso formativo, dopo aver descritto l’impianto complessivo della Riforma e, quindi, del Codice del Terzo settore, ha approfondito il regime giuridico delle varie forme di ETS, infine, ha esaminato le novità introdotte dalla disciplina del RUNTS.

Con il webinar in oggetto si apre la parte dedicata alle diverse forme di rapporti collaborativi disciplinati dagli articoli 55 e seguenti del Codice.

Finalità della sessione formativa è di dare una cornice sul senso, sulla portata e sulle possibili implicazioni della “Amministrazione condivisa”, un modello organizzativo individuato da Gregorio Arena in un saggio del 1997 e recuperato dalla Corte costituzionale nella sentenza n. 131 del 2020.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  1. Dall’amministrazione tradizionale all’amministrazione condivisa
  2. Il Diritto amministrativo della sussidiarietà
    1. I Regolamenti per la cura dei beni comuni
    2. I patti di collaborazione
    3. L’art. 55 del Codice del Terzo Settore
  3. Da beni pubblici a beni comuni
  4. Costruire comunità, liberare energie

Docente

Gregorio Arena – già Professore ordinario di Diritto amministrativo nell’Università di Trento, fondatore di Labsus, autore di varie monografie e pubblicazioni.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Rivedi la registrazione

1 marzo 2022 – La Co-programmazione

Il percorso formativo, dopo la sessione dello scorso 15 febbraio, dedicata ad inquadrare il senso e la portata della c.d. amministrazione condivisa, procede con l’esame delle diverse forme di rapporti collaborativi disciplinati dagli articoli 55 e seguenti del Codice.Finalità della sessione formativa è di inquadrare e descrivere lo strumento della co-programmazione.

Si tratta di un’innovazione rilevante del Codice e non ancora compiutamente sfruttata nell’ambito delle diverse attività di interesse generale. Con essa, infatti, si realizza una collaborazione fra enti pubblici ed ETS, finalizzata alla costruzione – condivisa – del quadro di riferimento, da porre a base delle azioni e degli interventi successivi.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – co-programmazione: inquadramento generale;
  • – co-programmazione: finalità ed oggetti;
  • – co-programmazione e regolamenti generali;
  • – co-programmazione, programmazione e pianificazione, generale e di settore, degli enti;
  • – il procedimento di co-programmazione nelle Linee guida ministeriali (DM n. 72/2021);
  • – esempi di applicazioni pratiche della co-programmazione.

Relatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

Scarica le FAQ in PDF

15 marzo 2022 – Co-progettazione

Continua l’esame delle diverse forme di rapporti collaborativi disciplinati dagli articoli 55 e seguenti del Codice.Finalità della sessione formativa è di inquadrare e descrivere lo strumento della co-progettazione.

Si tratta di un istituto già conosciuto, ma riferito al solo settore dei servizi sociali e che la preesistente normativa del 2001 ancorava agli “interventi innovativi e sperimentali”.

Il CTS e le relative Linee guida ministeriali del 2021 ne hanno generalizzato l’utilizzo nelle diverse attività di interesse generale, indicate dall’art. 5 del predetto codice. Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – co-progettazione: inquadramento generale;
  • – co-progettazione: finalità e contenuti;
  • – co-progettazione e appalti: differenze e possibili punti di contatto;
  • – co-progettazione e raccordo con altri istituti del CTS;
  • – il procedimento di co-progettazione nelle Linee guida ministeriali (DM n. 72/2021);
  • – esempi di applicazioni pratiche della co-progettazione.

Relatore

Luciano Gallo – referente contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

Scarica le FAQ in PDF

Scarica la Pronuncia 72_2022 della Corte Costituzionale

11 aprile 2022 – La raccolta fondi e la nuova disciplina del 5×1000 per l’attivazione di partenariati pubblico-privati

L’operatività del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) – ampiamente esaminato nel corso del percorso formativo – incide anche su un settore da sempre rilevante sul rapporto fra ETS e comunità. Intendiamo riferirci alla raccolta fondi, intesa in senso ampio.La raccolta fondi non è solo una fra le diverse forme di modalità di reperimento delle risorse occorrenti per lo svolgimento delle attività di interesse generale, ma è anche il canale per la creazione di un rapporto di fiducia fra gli ETS e i diversi “attori filantropici”.

Scopo del webinar è quello di esaminare le diverse forme di raccolta fondi e di finanziamento delle attività di interesse generale previste nell’ambito della Riforma del Terzo settore.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – la costruzione di partenariati pubblico-privati mediante la raccolta fondi;
  • – le diverse forme di raccolta fondi alla luce delle linee guida approvate dalla Cabina di Regia;
  • – le forme di finanziamento delle attività di interesse generale;
  • – la nuova disciplina del 5×1000.

Docente

Gabriele Sepio – membro del comitato scientifico per la promozione dell’economia sociale nei rapporti internazionali istituito dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. Segretario Generale di Terzjus, membro del comitato di gestione della Fondazione Italia sociale, editorialista de Il Sole 24 Ore, autore di articoli e volumi in tema di terzo settore, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

28 aprile 2022 – Le convenzioni con APS e ODV

La Riforma del Terzo settore ha fra i suoi obiettivi anche quello di valorizzare le peculiarità delle varie forme di ETS a fronte della definizione unitaria introdotta dall’art. 4 del CTS; pluralismo ed unità convivono nel Codice.Lo conferma la disciplina specifica per le APS e le ODV, non solo per quanto riguarda il relativo regime giuridico, già esaminato nei precedenti webinar, ma anche dell’ambito della relazione con gli enti pubblici.

Scopo del webinar è quello di esaminare la vigente disciplina delle “convenzioni” fra enti pubblici ed APS e ODV, ai sensi dell’art. 56 del CTS e delle Linee guida ministeriali adottate con DM n. 72/2021.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – la peculiarità del trattamento giuridico delle APS e delle ODV: inquadramento generale;
  • – presupposti e limiti per l’attivazione di convenzioni con APS e ODV ai sensi dell’art. 56;
  • – le procedure per l’attivazione delle convenzioni;
  • – rendicontazione e controllo delle attività svolte.

Docente

Luca Gori – docente alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, coordinatore delle attività del Centro di Ricerca Maria Eletta Martini, membro del Comitato scientifico per la promozione dell’economia sociale nei rapporti internazionali, istituito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, autore di articoli e volumi in tema di terzo settore, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

16 maggio 2022 – L’uso e la valorizzazione dei beni pubblici e dei beni comuni

La Riforma del Terzo settore ha fra i suoi obiettivi anche quello di promuovere l’uso e la valorizzazione dei beni pubblici, anche di tipo culturale, da parte degli ETS in partenariato con gli enti pubblici per lo svolgimento di attività di interesse generale.

Il Codice non solo ha confermato strumenti e forme di utilizzo di beni, già previsti dalla precedente normativa di settore, ma ha arricchito gli strumenti a disposizione.

Scopo del webinar è quello di avviare un primo esame delle diverse forme di valorizzazione dei beni, con particolare riguardo alla famiglia di disposizioni contenute da un lato dal CTS e dall’altro sul tema dei c.d. beni comuni.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – l’attivazione dei partenariati per la valorizzazione dei beni pubblici: inquadramento generale;
  • – le ipotesi di comodato previste dall’art. 71, primo e secondo comma;
  • – le ipotesi di concessione previste dall’art. 71 e dall’art. 89 del CTS;
  • – l’uso e la valorizzazione dei beni comuni.

Introduce

Vincenzo Santoro, Responsabile del Dipartimento Cultura e Turismo di ANCI nazionale

Docente

Luca Gori, docente alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, coordinatore delle attività del Centro di Ricerca Maria Eletta Martini, membro del Comitato scientifico per la promozione dell’economia sociale nei rapporti internazionali.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

24 maggio 2022 – La valutazione di impatto sociale (VIS)

Uno degli elementi qualificanti dell’attività degli ETS e, dunque, della relazione con gli enti pubblici – stabiliti dalla legge delega per la Riforma della Terzo settore (n. 106/2016) – è l’impatto che le attività di interesse generale possono generare.La valutazione di impatto sociale (VIS) diventa lo strumento per applicare gli strumenti collaborativi anche nella prospettiva della generatività degli impatti nei confronti delle comunità di riferimento.

Nel corso del webinar saranno esaminati, in particolare, i seguenti temi:

  • – la valutazione di impatto sociale (VIS): inquadramento generale e prospettiva nell’inquadramento dell’Amministrazione condivisa.
  • – le linee guida ministeriali sulla VIS;
  • – il Valore della VIS nei procedimenti di amministrazione condivisa.
  • – discussione e Q&A

Docente

Paolo Venturi, Direttore di AICCON e The FundRaising School. Docente di imprenditorialità sociale e innovazione sociale presso l’Università di Bologna (CAF in Welfare Community Manager – Master in Economia della Cooperazione) e numerose altre università ed istituzioni. Svolge abitualmente attività di docenza, autore di pubblicazioni.

Moderatore

Luciano Gallo – Responsabile Innovazione e semplificazione amministrativa, contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

Programma secondo ciclo formativo

Secondo ciclo del Progetto di Formazione
“Le forme e gli strumenti di partenariato pubblico-privato nella Riforma del Terzo settore”

(27 giugno – 8 novembre 2022)

  • Come attivare la co-progettazione ad iniziativa del Terzo settore
    (27 giugno 2022)
  • I partenariati pubblico-privati speciali nel settore culturale ai sensi del CTS
    (12 luglio 2022)
  • La disciplina del social-bonus
    (18 luglio 2022)
  • La valutazione di impatto sociale (VIS) nei rapporti collaborativi – Focus: la rigenerazione dei beni pubblici
    (6 settembre 2022)
  • La co-programmazione e la co-progettazione delle attività di accoglienza
    (7 e 15 settembre 2022 e 7 ottobre 2022)
  • Il lavoro nel Terzo settore
    (3 ottobre 2022)
  • L’attività di protezione civile nel codice del Terzo settore
    (18 ottobre 2022)
  • La disciplina in materia di pubblicità e di trasparenza
    (25 ottobre 2022)
  • Rendicontazione e controllo delle attività svolte
    (3 novembre 2022)
  • Seminario conclusivo
    (8 novembre 2022)

Scarica il programma in PDF

27 giugno 2022 – Come attivare la co-progettazione ad iniziativa del Terzo settore

Il webinar apre il secondo ciclo di momenti formativi; dopo una prima restituzione degli esiti più significativi del primo ciclo e la presentazione dei temi che saranno svolti nel secondo ciclo, sarà dedicata l’attenzione ai procedimenti di co-progettazione ad iniziativa del Terzo settore.

La Riforma riconosce e sostiene il ruolo degli ETS nella relazione con gli enti pubblici; gli strumenti dell’amministrazione condivisa diventano il luogo concreto nel quale si realizza la collaborazione, ma anche il rinnovato protagonismo degli ETS.

Si tratta di un tema non compiutamente esaminato e, pertanto, ferma restando l’autonomia delle amministrazioni procedenti, concentreremo l’attenzione sui seguenti argomenti:

  • – il ruolo attivo degli ETS nella proposizione di progettualità: inquadramento generale;
  • – la fase di iniziativa: cosa, come e perché;
  • – l’istruttoria dell’amministrazione procedente;
  • – l’eventuale comparazione di proposte alternative e migliorative ed il rispetto dell’evidenza pubblica.

Relatore

Luciano Gallo – referente contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna.

Scarica le slide

Scarica il file

Rivedi la registrazione

12 luglio 2022 – I partenariati «speciali» pubblico-privati (PSPP) nel settore culturale ai sensi del CTS

Un settore nel quale la relazione fra enti pubblici ed ETS è particolarmente significativa è quello della valorizzazione dei beni e delle attività culturali. L’affidamento dei servizi in ambito culturale avviene, per espressa previsione normativa a livello europeo, sulla base di un regime differenziato, come stabilito dalle vigenti Direttive del 2014.

La Riforma del Terzo settore dedica alcune disposizioni specifiche sulla valorizzazione dei beni culturali per lo svolgimento di attività di interesse generale, richiamando espressamente la vigente disciplina – innovativa e feconda di sperimentazioni nel Paese – sul partenariato pubblico-privato speciale in ambito culturale, prevista dal vigente codice dei contratti pubblici.

Scopo del webinar è analizzare gli istituti di riferimento, evidenziandone i punti di connessione e di distinzione. In particolare, concentreremo l’attenzione sui seguenti argomenti:

  • – i PPP speciali in ambito culturale: inquadramento generale;
  • – la disciplina dei PPP speciali nella disciplina di settore;
  • – i PPP speciali nella disciplina del CTS;
  • – come attivare PPP speciali integrando gli strumenti del CTS.

Il webinar è introdotto da Vincenzo Santoro, responsabile del Dipartimento Cultura di ANCI nazionale, e svolto da Franco Milella, esperto, fra l’altro, di PPPS in ambito culturale e membro del CdA della Fondazione Fitzcarraldo.

Moderatore

Luciano Gallo, referente contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna.

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

18 luglio 2022 – La disciplina del social Bonus

Nell’ambito del secondo ciclo di webinar viene ribadita la centralità dei temi dei partenariati fra enti pubblici ed ETS, nonché del ruolo dei c.d. “attori filantropici”.

Scopo della giornata formativa, in continuità con il webinar dello scorso 11 aprile, dedicato alle varie forme di raccolta fondi, è quello di esaminare, da un punto di vista pratico, l’istituto del c.d. social bonus, introdotto dal CTS.

Nel webinar saranno affrontati i seguenti argomenti:

  • – la disciplina sul socia-bonus: inquadramento generale;
  • – le modalità di attuazione della disciplina nel decreto ministeriale;
  • – come utilizzare la disciplina sul social-bonus con gli istituti collaborativi del CTS;
  • – come proporre un progetto a valere sulla disciplina sul social-bonus.

Il webinar è introdotto da Vincenzo Santoro, responsabile del Dipartimento Cultura di ANCI nazionale, e svolto da Franco Milella, esperto, fra l’altro, di PPPS in ambito culturale e membro del CdA della Fondazione Fitzcarraldo.

Relatore

Gabriele Sepio – Membro del comitato scientifico per la promozione dell’economia sociale nei rapporti internazionali istituito dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali – Segretario Generale Terzius

Moderatore

Luciano Gallo, referente contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna.

Scarica le slide

Gazzetta Ufficiale

Rivedi la registrazione

6 settembre 2022 – La valutazione di impatto sociale (VIS) nei rapporti collaborativi. Focus: la rigenerazione dei beni pubblici

Continua il percorso formativo sull’Amministrazione condivisa. Nell’ambito del secondo ciclo – dal taglio pratico – si muove sempre dall’assunto che i partenariati fra enti pubblici ed ETS hanno ad oggetto le c.d. attività di interesse generale, elencate dall’art. 5 del CTS, fra le quali è ricompresa “(…)z) riqualificazione di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata (…)”.

Uno dei contenuti più innovativi della Riforma del Terzo settore è la VIS, valutazione di impatto sociale, già oggetto di un precedente webinar. Scopo della sessione formativa è quella di applicare, con taglio pratico, la metodologia della VIS alla rigenerazione dei beni pubblici inutilizzati nel solco dell’innovazione sociale.

Nel corso del webinar saranno trattati i seguenti temi:

  • – come applicare la VIS ai procedimenti collaborativi del CTS: inquadramento generale;
  • – la predeterminazione degli obiettivi e degli indicatori di cambiamento atteso;
  • – il rapporto con la co-programmazione e con la co-progettazione;
  • – forme e metriche di misurazione e di valutazione dell’impatto sociale.

Docente

Luigi Corvo professore nell’Università degli Studi Bicocca di Milano, membro esperto del Consiglio Nazionale del Terzo Settore

Moderatore

Luciano Gallo, referente contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna.

7 settembre 2022 – La co-programmazione e la co-progettazione delle attività di accoglienza” – primo incontro

Il Codice Terzo settore (CTS) ha innovato il quadro giuridico, arricchendo le forme di relazione fra gli enti pubblici ed i soggetti del c.d. privato sociale; in particolare, è stato previsto il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS), al quale possono iscriversi i c.d. Enti di Terzo Settore (ETS), in modo da poter beneficiare delle forme particolari di partenariato previste, prime fra tutti quelle della co-programmazione e della co-progettazione (art. 55).

I partenariati fra enti pubblici ed ETS hanno ad oggetto le c.d. attività di interesse generale, elencate dall’art. 5 del CTS, fra le quali è ricompresa “(…)r) accoglienza umanitaria ed integrazione sociale dei migranti (…)”.

Il percorso formativo – svolto in tre sessioni – è finalizzato ad esaminare, dopo un inquadramento generale della Riforma del Terzo settore, il rapporto fra la disciplina speciale dell’accoglienza con quella, parimenti speciale, del diritto del Terzo settore, costituita dal CTS.

Un rapporto che deve essere affrontato alla base del principio di coordinamento della disciplina, mediante un’analisi – teorica e pratica – della disciplina di settore in materia di accoglienza, integrata con quella sulle forme di valorizzazione del ruolo svolto dagli ETS, senza dimenticare il tema della rendicontazione e del controllo delle attività svolte.

La Riforma del Terzo settore: inquadramento generale

  • – la Riforma del Terzo settore: inquadramento generale;
  • – le attività di interesse generale (art. 5 CTS) e la qualifica di ETS (art. 4);
  • – il RUNTS;
  • – oneri e benefici conseguenti all’iscrizione degli ETS nel RUNTS.

Introduce

Virginia Costa Responsabile Divisione Servizio Centrale Rete SAI

Docente

Gabriele Sepio, membro del comitato scientifico per la promozione dell’economia sociale nei rapporti internazionali istituito dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. Segretario Generale di Terzjus, membro del comitato di gestione della Fondazione Italia sociale, editorialista de Il Sole 24 Ore, autore di articoli e volumi in tema di terzo settore, svolge abitualmente attività di docenze e di partecipazione a convegni.

15 settembre 2022 – La co-programmazione e la co-progettazione delle attività di accoglienza” – secondo incontro

L’attivazione di partenariati collaborativi fra enti locali ed ETS fra normativa in materia di SAI ed il codice del Terzo settore

  • – il rapporto fra codice dei contratti pubblici e CTS dopo la legge n. 120/2020e le Linee guida sui rapporti fra PA ed ETS, adottate con DM n. 72/2021;
  • – il procedimento di co-programmazione (art. 55, comma 2, CTS);
  • – il procedimento di co-progettazione (art. 55, comma 3, CTS);
  • – il coordinamento con il DM 18 novembre 2019.

Docente

Luciano Gallo– referente contratti pubblici e innovazione sociale, diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna.

Scarica le slide

Rivedi la registrazione

7 ottobre 2022 – La co-programmazione e la co-progettazione delle attività di accoglienza” – secondo incontro

Processi di valutazione di impatto sociale delle politiche pubbliche di integrazione sociale dei migranti

  • – la Valutazione di Impatto Sociale (VIS): inquadramento generale;
  • – la VIS all’interno dei procedimenti di co-progettazione in materia di accoglienza;
  • – forme e metodologie di VIS;
  • – casi di studio.