Sicurezza urbana

Anci presenta alle Città italiane il metodo sulla sicurezza urbana sperimentato con ToNite – Torino

La trasferibilità del modello ToNite alle altre città italiane interessate a promuovere modelli integrati di sicurezza urbana sarà al centro di un workshop organizzato da Anci con Città di Torino, Torino Wireless e Efus che avrà luogo online venerdì 18 giugno dalle 10.30 alle 13. Il progetto Urban Innovative Actions che la Città di Torino sta sperimentando lungo il fiume Dora, per migliorare la vivibilità nelle ore serali di due aree nei quartieri Aurora e Vanchiglia, utilizza un approccio sulla sicurezza urbana fortemente integrato e partecipativo. Anci è partner del progetto, promuovendo azioni di diffusione dei modelli sperimentati nell’ambito del principale programma europeo sull’innovazione urbana.
L’obiettivo dell’incontro è confrontarsi con le città italiane (con sindaci, assessori e funzionari), con esperti, comandanti di Polizie locali per verificare la replicabilità di quel modello e avere feedback per migliorare l’esperienza e far conoscere ad altre realtà un modello di governance con un piano di sicurezza urbano integrato stabile e consolidato sul territorio. Per affrontare la chiarezza e la rilevanza del modello, insieme al coinvolgimento del territorio, ci saranno una ventina di città italiane tra cui Genova, Firenze, Bari, Prato, Verona, Modena.
Dopo i saluti iniziali di Bruno Valentini, consigliere comunale di Siena e Presidente della Commissione per la sicurezza e Legalità di ANCI, di Simone d’Antonio, responsabile comunicazione del progetto ToNite (ANCI) e Antonio Ragonesi, capo area Relazioni Internazionali, Sicurezza, Legalità e Diritti (ANCI), si terranno due momenti di confronto: uno dedicato al modello del progetto ToNite con focus su obiettivi, soluzioni proposte e procedure adottate dalla Città di Torino, e l’altro sugli elementi chiave di trasferibilità del modello di governance.
Interverranno per la sessione “Il modello del progetto ToNite: obiettivi, soluzioni proposte e procedure adottate dalla Municipalità” Marco Pironti, assessore all’Innovazione di Torino, Fabrizio Barbiero, project manager di ToNite (Città di Torino), Gianfranco Todesco, comandante del Reparto Investigazioni Tecnologiche dalla Polizia Municipale della Città di Torino. Per la sessione successiva “Gli elementi chiave di trasferibilità del modello: come trasferire il modello di governance” sindaci, amministratori, colonnelli, comandanti di Polizia locale, responsabili degli uffici legalità e sicurezza, funzionari delle Città italiane coinvolte.

ANCI è partner di progetto di ToNite (www.tonite.eu) e si occupa di creare e sviluppare una strategia di comunicazione integrata per favorire l’effettivo coinvolgimento di cittadini e stakeholder attorno alle azioni di progetto e di promuovere a livello locale, nazionale ed europeo una conoscenza diffusa dei risultati delle sperimentazioni tecnologiche e degli approcci sviluppati nell’ambito del progetto. Quello del 18 giugno sarà uno dei workshop organizzati per analizzare e validare il modello sviluppato da ToNite e gli elementi di potenziale trasferibilità ad altre Città, che si realizza grazie al coinvolgimento della Commissione Sicurezza di ANCI e delle città URBACT del network URBSecurity.

 

Articolo presente in: