• Aprile 16, 2024
di Redazione Anci

Welfare

Il 22 aprile scadenza per il monitoraggio della spesa al 31 dicembre 2021 del Fondo Povertà

Nell'articolo la nota del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per dettagli operativi
Il 22 aprile scadenza per il monitoraggio della spesa al 31 dicembre 2021 del Fondo Povertà

Con una propria nota il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali rende noto che  a partire dal 25 marzo 2024 e entro il 22 aprile, ciascun Ambito Territoriale Sociale dovrà completare il monitoraggio della spesa al 31 dicembre 2023 a valere sulle diverse quote del Fondo Povertà (Quota Servizi, Povertà Estrema e Care Leavers) con particolare riferimento alle annualità 2018, 2019, 2020 e 2021.
A tal fine, è già attiva una specifica funzionalità in Piattaforma Multifondo che permetterà agli ATS di inserire a sistema, nell’apposita sezione accessibile dal menu a tendina denominata “Riepilogo dati economico finanziari”, i dati relativi alle spese sostenute alla data del 31 dicembre 2023, seppur non ancora rendicontate.
I dati richiesti, relativi alle diverse quote del Fondo Povertà, andranno inseriti nel loro valore complessivo al 31 dicembre 2023, che è la somma tra il valore inserito a settembre 2023 e il valore dei mesi ottobre/dicembre 2023.
Si segnala che il sistema non consente l’inserimento di dati relativi alle risorse impegnate o liquidate aventi un valore inferiore rispetto a quanto dichiarato nelle precedenti rilevazioni. Pertanto, qualora siano stati effettuati disimpegni di spesa nel periodo intercorso o siano stati comunicati dati non corretti relativi ad impegni e liquidazioni, sarà necessario inviare una mail entro e non oltre il 12 aprile.
Tutti i dettagli operativi sono consultabili nella nota del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.