Pari opportunità

Dall’incontro con Spadafora alle celebrazioni del 2 giugno:gli aggiornamenti della Commissione Anci

L’incontro con il Sottosegretario Vincenzo Spadafora, che si è svolto questa mattina a Palazzo Chigi, la prossima edizione degli Stati generali delle amministratrici, il Patto dei Comuni contro la violenza e la parità di genere, il piano nazionale antiviolenza e le iniziative, in vista delle celebrazioni del 2 giugno, sulla valorizzazione del ruolo delle Madri costituenti sono state le questioni affrontate nel corso dei lavori di questo pomeriggio della Commissione Anci sulle pari opportunità coordinati dalla presidente Simona Lembi.
“Il Sottosegretario ha mostrato grande interesse per il lavoro svolto dai Comuni nel contrasto alla violenza sulle donne e per gli Stati generali delle amministratrici, appuntamento annuale dell’Anci che vede protagoniste le donne che contribuiscono a costruire i servizi pubblici in tutta Italia. Il Sottosegretario, nel corso dell’incontro, ha anticipato il lavoro che si sta portando avanti sul nuovo Piano nazionale antiviolenza e su cui Anci ha espresso alcune priorità: finanziare i centri antiviolenza, affermare un principio di territorialità, ovvero arrivare a finanziare direttamente i Comuni, e infine la necessità di un confronto sui criteri che definiscono i centri antiviolenza”. E’ quanto ha riferito la presidente della Commissione pari opportunità sull’incontro con il Sottosegretario Spadafora ai partecipanti alla Commissione.
“La Commissione – ha proseguito Lembi – si è concentrata anche sulla prossima edizione degli Stati generali delle amministratrici, appuntamento che si terrà a inizi ottobre. Tre saranno gli approfondimenti al centro del dibattito: il lavoro, che oggi per una donna su tre non c’è, le azioni di contrasto alla violenza sulle donne, e poi abbiamo scelto un approfondimento sulle nuove cittadine. Vogliamo mettere in evidenza le tante attività che i Comuni svolgono per le donne immigrate e contro la tratta per costruire comunità coese. In tal senso va rilanciato il Patto dei Comuni e dei Sindaci per la parità e contro la violenza di genere e chiederemo alle città metropolitane e alle Anci regionali di diffonderlo ai comuni e organizzeremo appuntamenti utili per la diffusione e la sensibilizzazione. Intanto hanno aderito oltre 120 comuni italiani”.
In chiusura dei lavori, la presidente ha ricordato l’avvicinarsi delle celebrazioni del 2 giugno, una occasione importante per sottolineare il ruolo delle ventuno Madri costituenti.
“Invieremo un ordine del giorno a tutti i Comuni in modo che possano ricordare, in occasione della Festa della Repubblica, le donne che per prime sono state nelle Istituzioni e che hanno costruito i pilastri su cui si basa la nostra democrazia”.

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *