Ambiente

Verde urbano, Pizzarotti: “Programmazione e manutenzione per contrastare i cambiamenti climatici”

“Per attuare politiche efficaci in grado di contrastare l’impatto ambientale dei cambiamenti climatici nelle nostre città è necessario mettere al centro dell’azione amministrativa il tema della programmazione che si interseca con molti altri aspetti, come quello, in primis, della comunicazione che coinvolge i cittadini e gli attori locali. Un compito importante che risponde alla responsabilità istituzionale che abbiamo come amministratori verso i nostri cittadini e verso le future generazioni: altrimenti il rischio è quello di avere alberi piantati correttamente nelle città ma non utili ed efficaci per la riduzione dell’inquinamento urbano”. A sottolinearlo è il sindaco di Parma e presidente della Commissione Ambiente dell’Anci, Federico Pizzarotti intervenuto nel corso del webinar dedicato alla responsabilità degli amministratori nella gestione del patrimonio arboreo promosso e organizzato da Anci in collaborazione con l’Associazione Italiana Pubblici Giardini che si è tenuto questa mattina. A prendere parte ai lavori, coordinati da Roberto Diolaiti presidente Pubblici Giardini e rappresentante Anci nel Comitato Sviluppo Verde Urbano, sono stati: Massimiliano Atelli, magistrato e presidente della Commissione VIA, Ciro degl’Innocenti, direttore Verde Comune di Padova, Claudia Bertolotto direttrice Area Verde e Arredo urbano Comune di Torino e Gianmichele Cirulli, responsabilità Unità Operativa Alberate del Comune di Torino. Ad illustrare gli aspetti più propriamente giuridici della responsabilità degli amministratori è stato invece l’avvocato Luca Bisori.
“Quello del verde urbano è un tema sensibile ed emotivo non razionale – ha proseguito Piazzarotti – per questo è importante considerare la questione della sicurezza urbana e della manutenzione del verde puntando sulla pianificazione degli interventi a partire dalle risorse disponibili. Un aspetto questo che richiama anche la disponibilità di risorse finanziarie adeguate al personale specializzato soprattutto alla luce delle grandi sfide del Pnrr e delle maggiori difficoltà che incontrano i piccoli Comuni. Momenti di riflessione come quello di oggi – ha concluso Pizzarotti – sono utili per condividere un percorso che ci vede tutti sulla stessa barca: amministratori locali, esperti, tecnici per evitare situazioni di ‘scarica barile’ e una programmazione concreta e possibile attraverso lo strumento del Piano di gestione del patrimonio arboreo”.
I partecipanti hanno dunque concordato sulla necessità di guardare al tema del verde urbano e del patrimonio arboreo attraverso la lente dell’approccio integrato in grado di tenere assieme l’aspetto più naturalistico della questione con gli altri più propriamente urbani: come la sicurezza dei cittadini, la disponibilità di risorse finanziarie, la responsabilità politica e giuridica di chi amministra le città. E l’importanza di coniugare programmazione e manutenzione per migliorare la qualità della vita urbana.

MATERIALI
Ciro degl’Innocenti, direttore Verde Comune di Padova – SLIDE
Claudia Bertolotto, direttrice Area Verde e Arredo urbano Comune di Torino – SLIDE
Gianmichele Cirulli, responsabilità Unità Operativa Alberate del Comune di Torino – SLIDE

RIVEDI IL WEBINAR sul canale Youtube Anci

Articolo presente in: