Edilizia | Superbonus 110% 

Risposte del MEF per accesso al beneficio fiscale anche con abuso

Per il Ministero delle Economie e delle Finanze, il condominio, provvisto di concessione edilizia e titolo abilitativo, costruito in difformità al processo originario, quindi con abuso insanabile, può accedere al superbonus del 110%. L’abuso non comporta conseguenze di tipo fiscale per il 110, tuttavia va ricordato che l’abuso edilizio è un reato perseguibile d’ufficio. Questo è quanto affermato dal MEF in risposta ad una interrogazione parlamentare alla Camera dei Deputati (5-06630 dell’8/9/21- chiusa il 16/9/21) in merito ad alcuni quesiti circa dubbi relativi alla fruizione del superbonus del 110%, di cui all’art. 119 del dl 34/2020. I chiarimenti richiesti dai parlamentari riguardavano, preliminarmente e con invito ad aggiornare la sezione dell’Agenzia delle entrate per la risposta ai quesiti (Faq), se i montacarichi potessero essere equiparati agli ascensori ai fini dell’applicazione del superbonus e, soprattutto, se fosse possibile accedere al 110% per un condominio provvisto di concessione edilizia e di titolo abilitativo ma costruito,  in difformità del progetto originario, insanabile dal punto di vista urbanistico ma reso alienabile con il ravvedimento dei condòmini dopo l’esecuzione del pagamento della sanzione disposta dal comune competente, ai sensi dell’art. 206-bis della legge regionale Toscana n. 65/2014, che prescriveva la sanzione pecuniaria pari al doppio del costo di produzione, come stabilito dalla legge 392/1978. Su quest’ultimo importante aspetto, il MEF, nelle richiamata risposta ha precisato infatti che – in tali specifiche circostanze –  la presenza di un abuso pur non comportando conseguenze di tipo fiscale non esclude controlli e accertamenti da parte delle amministrazioni comunali. Resta quindi la possibilità di andare avanti con il superbonus, nonostante un abuso, con la nuova CILAS che, tra l’altro, non prevede l’attestazione dello stato legittimo. Pertanto l’aspetto fiscale e quello della regolarità edilizia sono disgiunti. Il MEF ha rappresentato altresì che le spese per l’installazione di un montascale rientrano tra gli interventi agevolabili, sempre con detrazione maggiorata, in quanto finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche.