Notizie

Oss. Sicurezza Stradale – Tinella (Comandante PM Genova): “Investire sul trasporto pubblico e sull’educazione alla mobilità ”

GENOVA – “Genova è una città particolare, stretta tra mare e monti che, anche per ragioni storiche, architettoniche e geografiche spesso registra difficoltà di traffico”.
Così esordisce Giacomo Tinella, Comandante PM Comune di Genova, nella sua relazione“La sicurezza stradale a Genova, una città stretta tra il mare e la montagna” al seminario organizzato dall’Osservatorio Nazionale delle Autonomie Locali sulla Sicurezza Stradale Anci-Upi, nato per favorire il coordinamento dei Comuni e delle Provincie sul tema della sicurezza stradale in ambito urbano elaborando strategie comuni per perseguire gli obiettivi di contenimento dell’incidentalità stradale fissati nell’ambito dell’Ue.
Il Comandante Tinella, facendo riferimento alla città di Genova, ha sottolineato l’assoluta “necessità di incentivare il trasporto pubblico per by-passare le difficoltà legate alla viabilità locale, difficile perché sovraccaricata da diversi tipi di trasporto legati all’economia del territorio, oltre che alle caratteristiche orografiche della città”.
“Il lavoro quotidiano della polizia municipale – ha aggiunto – volto a ridurre le difficoltà della viabilità, trova dal 2010 un ulteriore strumento di lavoro nel Piano della mobilità urbana nel quale è valorizzato lo sviluppo del trasporto pubblico attraverso 5 assi di intervento focalizzati alla compressione del rischio incidenti, tenendo conto anche degli aspetti ambientali”.
Rimarcando l’importanza della sinergia tra le istituzioni dedicate al tema viabilità e sicurezza urbana, tra cui individua il centro monitoraggio del traffico che in tempo reale segnala i problemi e le soluzioni da adottare sulle strade,  Tinella ha detto che “un altro ambito su cui punta la polizia municipale punta molto sull’educazione verso i giovani, per diffondere la cultura della sicurezza, e verso gli adulti per rafforzare il senso civico e la conoscenza del codice della strada”.
A questo si accompagnano numerose soluzioni innovative adottate dalla città di Genova tra le quali, il Comandante Tinella ricorda “le corsie riservate a tempo, dove solo in certe fasce orarie passano i mezzi pubblici, la sperimentazione del traffico a due ruote nelle corse gialle (dedicate al trasporto pubblico), i parcheggi a doppia striscia gialla e blu e la diffusione delle zone 30 , vale a dire le zone della città nelle quali è previsto il limite di velocità a 30 Km/h.
Il Comune di Genova  – ha concluso – ha in programma di espandere le zone 30 anche perché stanno arrivando richieste in questo senso da parte dei cittadini che ritengono che la zona 30 renda più qualificata il quartiere residenziale”.  (fdm)