Mobilità sostenibile

Formazione e promozione del territorio. MediAree-Next Generation City verso una visione di futuro

Realtà urbane più sostenibili, innovative, accoglienti, connesse con l’Area vasta: è così che le sperimentazioni di MediAree-Next Generation City, immaginano il proprio futuro. In queste settimane, per molte delle dieci città-pilota di questo progetto Anci finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 con la regia del Dipartimento della funzione pubblica, iniziano i percorsi di co-progettazione e inizia così a emergere la visione di queste Città Medie.
Per la Grande Treviso in questo periodo si susseguono da una parte i laboratori di co-progettazione per i Comuni partner e gli stakeholder sullo sviluppo del masterplan delle piste ciclabili e dall’altra gli eventi formativi sulla pianificazione strategica aperti a tutti i Comuni del territorio provinciale. Per inaugurare il ciclo di incontri, un seminario sul ruolo delle Città Medie tra Programmazione Europea 21- 27 e il Modello Veneto di Sviluppo Policentrico.
Formazione e lavoro, qualità della vita, servizi per i giovani sono invece i temi di discussione dei percorsi partecipati appena inaugurati dall’Area pordenonese per le future generazioni, la sperimentazione che coinvolge il Comune di Pordenone e altri sette Comuni dell’Area vasta, con l’obiettivo di rendere il territorio attrattivo per i giovani. I microlaboratori in corso permettono a un piccolo gruppo di 2-10 partecipanti la possibilità di confrontarsi sulle future politiche giovanili e sulle azioni prioritarie per innovare i servizi rivolti alla “Next Generation” dell’area pordenonese.
Promozione del territorio, turismo e cultura sono invece al centro del progetto Appia 2030, inaugurato con un kick-off meeting il 18 febbraio. La sperimentazione ha l’obiettivo di fare dell’Area vasta di Brindisi una delle capitali italiane del turismo lento, esperienziale e trasformativo, a partire da una strategia di valorizzazione di un itinerario turistico collegato al tratto finale della Via Appia. Il 24 e 25 febbraio si terranno a Brindisi le prime “visioning sessions” con attori del mondo creativo e culturale chiamati a delineare una strategia condivisa di branding e la visual identity.
Lo sviluppo del brand “Irpinia” sarà invece il fulcro del percorso di co-progettazione dell’Area Vasta di Avellino. Il progetto ha l’obiettivo di rafforzare la programmazione e la gestione di politiche di sviluppo sociale ed economico di Area vasta, condividendo dati e informazioni territoriali e migliorando processi, competenze e strumenti di Pianificazione Strategica sovra-comunale. I Sindaci dei 45 Comuni partner si riuniranno il prossimo 1° marzo.