• Dicembre 3, 2018
di Federica Demaria

Cultura

Disponibili le graduatorie definitive del bando del Mibac “Città che legge” 2018

Attraverso il bando che ha stanziato per la prima volta 4 milioni di euro per questo genere di attività, il Centro per il libro e la lettura si è rivolto ai Comuni che, avendo i requisiti richiesti, hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019.
Disponibili le graduatorie definitive del bando del Mibac “Città che legge” 2018

Il Centro per il libro e la lettura del MIbac ha comunicato oggi che si è conclusa la valutazione delle proposte progettuali inviate dai Comuni interessati a ricevere i contributi messi a disposizione dal bando” Città che legge 2018″, iniziativa, elaborata in collaborazione con l’Anci, che intende promuovere e diffondere l’abitudine alla lettura attraverso un’azione coordinata delle varie strutture presenti sul territorio (biblioteche, librerie, scuole, Asl, etc.), mediante iniziative che sappiano coniugare il valore formativo della lettura con la sua dimensione “ludica” e la sua valenza di strumento di dialogo in grado di favorire lo sviluppo e la coesione sociale.
Attraverso il bando, predisposto ai sensi del Decreto Interministeriale 3 maggio 2018 riguardante le “Modalità di riparto del Fondo per la promozione del libro e della lettura, di cui all’articolo 1, comma 318, della legge 27 dicembre 2017, n. 205” (che ha stanziato per la prima volta 4 mln di euro per questo genere di attività), il Centro per il libro e la lettura si rivolgeva ai Comuni che, avendo i requisiti richiesti dall’Avviso Pubblico del 14 marzo 2018, hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019, impegnandosi a promuovere la lettura con continuità, anche attraverso la stipula di un Patto locale per la lettura.
In questo modo sono stati individuati 25 progetti “esemplari” da promuovere e sostenere con il finanziamento economico del Centro allo scopo di creare un ecosistema locale favorevole alla lettura.
I dettagli delle graduatorie definitive con i Comuni vincitori si possono leggere qui.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *