Canelli: “Accolte richieste Anci per chiusura bilanci. Ora fondo esclusivo a Città metropolitane” 

“Nel corso dell’approvazione del dl 50 sono state accolte alcune richieste dell’Anci che aiuteranno le amministrazioni a chiudere i bilanci di previsione 2022. Tuttavia rimane senza riscontro la richiesta di un fondo esclusivo per aiutare le Città Metropolitane in difficoltà finanziaria”. Lo dichiara il sindaco di Novara e delegato Anci alla finanza locale, Alessandro Canelli, commentando l’approvazione in commissione Bilancio della Camera del Decreto aiuti.“Le richieste accolte – spiega Canelli – riguardano, in particolare, la possibilità di utilizzare gli avanzi covid per prevedere agevolazioni sulla Tari. Poi un più libero utilizzo dei proventi derivanti dalle multe per far fronte ai costi energetici. E ancora la sanatoria dei rendiconti approvati oltre il termine e una parziale riscrittura della norma riguardante i Comuni capoluogo di Provincia in procedura di riequilibrio finanziario. Su questo ultimo aspetto, però, manca l’istituzione di un fondo di accompagnamento, come più volte auspicato dall’Anci”.
Ringraziando i relatori, le forze politiche e il Governo “per l’attenzione e per la posizione favorevole alle richieste Anci”, Canelli ricorda che “resta senza riscontro positivo la richiesta urgente di prevedere un fondo esclusivo per le Città metropolitane in difficoltà finanziaria, su cui si auspica un pronto intervento del Governo”.
“Come sempre – conclude il sindaco di Novara – l’Anci continuerà a monitorare l’impatto dei costi energetici sui bilanci, in un clima di dialogo proficuo con Governo e Parlamento”.