Educazione digitale

Polizia, Società di Pediatria, Anci, Google e UniCredit insieme per favorire uso positivo del web

Mancanza di concentrazione, bruciore agli occhi, dolori a collo e schiena, difficoltà a prendere sonno. Sono questi alcuni dei disturbi, i più diffusi, che affliggono gli adolescenti di oggi nel nostro Paese. Anche i più piccoli. Disturbi nuovi, legati alle tante ore passate davanti agli schermi, smartphone per primi. A confessarlo sono stati direttamente loro, 10mila ragazzi tra i 9 e i 18 anni (circa 4mila tra i 9 e i 14 anni) intervistati da Skuola.net per il progetto “In rete con ragazzi” realizzato da Polizia di Stato, Società Italiana di Pediatria, Anci, Google e Unicredit Foundation.
I contenuti del progetto e i risultati dell’indagine sono stati illustrati durante il convegno “In rete con i ragazzi, guida all’educazione digitale” oggi a Roma, presso il Teatro Sala Umberto. All’iniziativa hanno partecipato il Capo della Polizia Franco Gabrielli, il presidente della Società Italiana di Pediatria Alberto Villani, il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, il direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni Nunzia Ciardi, Giorgia Abeltino di Google e Maurizio Beretta, presidente  di Unicredit Foundation.
Nel corso della giornata è stata presentata una guida all’educazione digitale promossa da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Società Italiana di Pediatria, Anci, Google e UniCredit Foundation rivolta a genitori, insegnanti e pediatri di ragazzi di 9-14 anni, che affronta i diversi aspetti utili a favorire una navigazione sicura.

 

 

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *