Campagna #iovadoascuola

La scuola: un tuo diritto, un nostro dovere. Baroncini: “Anci giovani promuove le buone pratiche”

I giovani amministratori Anci si mobilitano in favore del ritorno in classe, in piena sicurezza, di bambini e ragazzi, i più penalizzati dal lockdown, con la campagna #iovadoascuola.
“La scuola non è solo apprendimento – affermano – non è solo didattica, ma è soprattutto socialità, confronto, sviluppo emotivo, crescita.
Il ritorno in classe va garantito nel rispetto delle regole ma va assicurato sin d’ora senza esitazione. Famiglie, studenti, insegnanti e operatori scolastici attendono certezze in tal senso e noi saremo al loro fianco nei nostri Comuni per far sì che il 14 settembre sia un giorno di festa”.
“La ripartenza delle attività didattiche in sicurezza nelle scuole dal 14 settembre è una priorità fondamentale – ha detto Luca Baroncini, sindaco di Montecatini Terme e coordinatore nazionale Anci Giovani – ed è in tal senso che le amministrazioni comunali in questi giorni si stanno prodigando per supportare gli istituti scolastici a trovare soluzioni per garantire il rispetto del distanziamento sociale, soprattutto in termini di spazi e arredi.
Per quanto riguarda il Comune di Montecatini Terme (PT) ad esempio, l’amministrazione comunale che rappresento ha collaborato con il proprio Istituto comprensivo al fine di reperire gli spazi aggiuntivi necessari per rispettare il distanziamento sociale ed è riuscito a metterli a disposizione della Scuola in tempi brevi e vicino al plesso principale dell’istituto che li necessitava, al fine di ottimizzare anche gli orari scolastici e il servizio di trasporto. Lo stesso trasporto scolastico è stato programmato per poter rispettare i protocolli ministeriali anticovid”.
Nel raccontare le attività raliizzate per un ritorno a scuola in piena sicurezza, ha aggiunto Barocini: “L’Amministrazione ha anche previsto l’acquisto di banchi monoposto per ottimizzare la gestione degli spazi e permettere agli studenti di partecipare in presenza alle lezioni scolastiche. Infine, anche il servizio di refezione è stato adattato alle esigenze del distanziamento sociale prevedendo nei plessi a tempo pieno i doppi turni e nei plessi con rientri bisettimanali una fruizione del servizio giornaliero per ridurre il numero di classi nei refettori”.
“Come consulta Anci Giovani abbiamo promosso e promuoveremo l’ascolto diretto delle buone pratiche dei vari Comuni italiani, al fine di facilitare la ripresa in sicurezza delle scuole in questo difficile momento di pandemia. È però fondamentale che il Governo non lasci soli i Comuni in questa importante sfida ed anche che investa risorse aggiuntive nella Didattica A Distanza (DAD), qualora vi si dovesse ricorrere per chiusure emergenziali, slittamenti di aperture o per quei ragazzi che non potranno andare a scuola durante l’anno perché portatori di sintomi che non consentono l’accesso agli istituiti. Auspichiamo fortemente la ripresa delle lezioni in presenta e in sicurezza fin dal 14 settembre, come previsto”.