Sedi di concertazione

Fatture elettroniche, ludopatie e semplificazione norme istruzione i temi dell’Unificata

Fatture elettroniche con il regolamento che ne disciplina il rifiuto da parte della P.a., lotta alle ludopatie con il decreto del Mise che detta le condizioni per l’uso del logo identificativo ‘No slot’ e la legge delega al governo per la semplificazione e la codificazione in materia di istruzione, università e formazione artistica e musicale. Sono questi gli argomenti principali discussi oggi nel corso della Conferenza Unificata che ha visto la partecipazione in rappresentanza di Anci del vicepresidente vicario Roberto Pella e da Dario Nardella, coordinatore dei sindaci metropolitani e sindaco di Firenze.
L’Associazione ha innanzitutto dato il proprio parere favorevole al regolamento che individua le cause che possano consentire il rifiuto delle fatture elettroniche da parte della P.a. Il via libera è stato accompagnato dalla richiesta di “costituire il tavolo tecnico permanente previsto per la fatturazione elettronica”, la cui istituzione avrebbe dovuto avvenire entro il 2 marzo scorso presso l’Agenzia per l’Italia digitale.
Disco verde dell’Anci anche sul decreto del Mise che detta le condizioni per l’uso del logo identificativo ‘No slot’. Tuttavia, il sindaco Nardella ha espresso l’auspicio dell’Associazione di “tenere conto delle autonome disposizioni regolamentari che i singoli Comuni hanno adottato sul tema del gioco pubblico”, anche attraverso l’emanazione di indicazioni chiare sul comportamento dei Comuni, in caso di disposizioni regionali vigenti.
Infine, è arrivato il parere favorevole al ddl che delega al governo per la semplificazione e la codificazione in materia di istruzione, università e formazione artistica e musicale. Su questo punto l’Associazione ha sottolineato la necessità che si dia seguito all’istituzione di gruppi di lavoro specifici, in particolare sui temi di maggior impatto per i Comuni e le Città metropolitane, come la codificazione della normativa e gli organi collegiali territoriali della scuola.

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *