Inclusione alunni disabili

Di Martino (Ass.Torino): “Lezioni in presenza per alunni disabili e attuazione DLgs 66/2017″

Si è svolta oggi, la riunione di insediamento dell’Osservatorio del Ministero dell’Istruzione sull’inclusione scolastica degli alunni disabili alla presenza della Ministra Lucia Azzolina. All’ordine del giorno le questioni: situazione emergenziale da COVID-19 per gli alunni disabili, ripresa della didattica per il prossimo anno scolastico e attuazione del D. Lgs. 66/2017. “La sospensione delle attività didattiche in presenza ha provocato un serio danno all’inclusione scolastica, è pertanto necessario per gli alunni disabili, una  ripresa della didattica in presenza a scuola. Qualunque sia la modalità di riapertura a settembre è importante garantire per l’alunno con disabilità anche nel caso di turnazioni, orari e/o spazi ridotti, la frequenza a scuola”. Così l’assessora all’Istruzione e all’edilizia scolastica del Comune di Torino, Antonietta Di Martino, che oggi ha rappresentato l’Anci nella riunione dell’Osservatorio. “Abbiamo inoltre evidenziato – prosegue l’Assessora, Di Martino – la necessità di risorse a livello centrale per sostenere i costi da parte dei Comuni dei dispositivi di sicurezza per gli assistenti specialistici e per il trasporto scolastico e proposto di raddoppiare le ore degli assistenti specialistici con adeguate risorse stanziate a livello centrale per potenziare il servizio almeno per i primi mesi del nuovo anno scolastico”. “Inoltre per quanto riguarda il D.Lgs. 66/2017 abbiamo nuovamente richiesto l’emanazione dei relativi provvedimenti attuativi, a partire dall’adozione del decreto del Ministero della Salute sulle Linee guida sui criteri e modalità di redazione della certificazione di disabilità; del decreto Ministero dell’Istruzione sul modello di PEI; dello schema di Intesa (da stipulare in sede di Conferenza Unificata) per individuare i criteri per la progressiva uniformità su tutto il territorio nazionale i profili professionali degli assistenti per l’autonomia e per la comunicazione. Infatti riteniamo che solo dopo la definizione di questi provvedimenti si potrà lavorare sull’Accordo di Conferenza Unificata del D.Lgs. 96/2019 sulle modalità attuative per l’individuazione e l’indicazione del fabbisogno dei servizi, strutture e risorse professionali dell’assistenza specialistica”. L’Assessore DI Martino, auspica infine che le istanze dei Comuni trovino risposte in tempi brevi e che il Ministero dell’ Istruzione faccia pervenire all’ANCI le bozze dei provvedimenti citati in riunione affinchè si possa esprimere un parere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *