Notizie

Immigrazione – Progetto ‘Perugia In’, Cicchi: “Impegno collettivo per inclusione e decoro urbano”

“Abbiamo ragionato su come si potesse operare per realizzare una maggiore inclusione; per questo abbiamo deciso di costruire un progetto che, partendo dal desiderio dei migranti di contribuire a migliorare la città, ci consentisse di coinvolgerli direttamente. E’ nato così un progetto virtuoso che stabilisce tempi e modi attraverso cui i migranti potranno essere impiegati per aumentare il decoro della città”. Così l’assessore  alle pari opportunità di Perugia e presidente della Commissione Anci welfare Edi Cicchi presentando, questa mattina, il progetto “Perugia In” che vedrà la partecipazione delle associazioni Cooperativa Sociale Perusia, Cidis Onlus, Arcisolidarietà e Caritas, che a Perugia si occupano di gestire l’accoglienza dei migranti che saranno appunto impegnati volontariamente in lavori di pubblica utilità.
L’avvio del progetto, che riguarderà principalmente le aree verdi e consisteranno nella piccola manutenzione, svuotamento dei cestini, pulizia generale, arriva a pochi giorni dall’approvazione definitiva del decreto Minniti, che contiene “disposizioni urgenti per l’accelerazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale, nonché per il contrasto dell’immigrazione illegale”.
All’interno della norma, tra le altre disposizioni, viene stabilito che i richiedenti asilo ospitati nei centri di accoglienza o nel circuito della rete Sprar siano iscritti all’anagrafe della popolazione residente; e possano svolgere volontariamente, a titolo gratuito, attività di utilità sociale a favore della collettività locale nel quadro delle normative vigenti. Le disposizioni non si applicano ai minori stranieri non accompagnati.
Secondo il pensiero dell’assessore Cicchi per rendere più bella Perugia serve l’impegno di tutti, perché la città è di tutti, di chi ci è nato, ma anche di chi qui viene ospitato. (com/fdm)