Coronavirus

I Comuni italiani al tempo dell’emergenza – Le iniziative culturali del week end di Pasqua

Non solo il concerto di Andrea Bocelli nel giorno di Pasqua nel Duomo, organizzato con il Comune di Milano e che è ancora disponibile sul canale YouTube del cantante con milioni di visualizzazioni, sono state tante le attività culturali organizzate dai comuni per i propri cittadini nel week end con le restrizioni dovute all’emergenza Coronavirus. Nello stesso Comune la Scala ha messo a disposizione del Palinsesto di Rai5 un’opera rappresentata al giorno delle passate edizioni nel Teatro.

Il Comune di Bologna continua con la programmazione quotidiana della striscia de #laculturanonsiferma che va in onda dalle 18 alle 23 su Lepida TV e su l’Emilia Romagna Creativa. Dal sito dell’Agenda Cultura del Comune di Bologna si possono controllare di giorno in giorno le nuove proposte di cinema, lettura, teatro e musica fruibili dal divano di casa propria. Lo stesso comune ha lanciato nelle scorse giornate il programma web e radio Il volo del colibrì che va in onda tre volte a settimana, alle ore 16 sulla pagina Facebook e alle 12 del giorno in radio per raccontare l’impegno quotidiano dei cittadini portano avanti anche con buone pratiche. A Reggio Emilia, con un nuovo portale che il Comune stesso definisce in progress, i cittadini possono anche dare suggerimenti all’amministrazione su quali eventi vogliono vedere la casa con la campagna Eventi a casa tua. Il Comune di Parma, invece, ha consigliato i cittadini sui canali social su quale film vedere in base a consigli cinematografici e disponibilità in chiaro delle pellicole.

Il Comune di Roma, invece, ha messo a disposizione dei propri cittadini nel week end festivo il canale social @culturaroma con tutti gli aggiornamenti sull’offerta culturale cittadina, con la pagina facebook del Museo delle Mura che con l’iniziativa #ilmuseoincasa portare direttamente nelle case la storia dei Musei Civici.

A Bari il Comune ha avviato con la campagna Senza pareti un intero palinsesto di teatro, arte e fotografia, letteratura e musica con i contributi degli artisti che stanno donando gratuitamente la propria arte. A Pasqua l’omaggio ai liguri con l’iniziativa Resurrezione – Voci dalla Cattedrale di Genova è con un concerto di un gruppo di cantanti lirici della città, dopo la Messa pasquale e la benedizione papale, nella cattedrale di San Lorenzo a Genova, chiusa ai fedeli. Sempre a Genova il Comune, con la collaborazione de Lions, ha prodotto un cartone animato per i più piccoli che spieghi senza intimorirli cosa sia il Coronavirus. Il Comune di Bergamo, poi, ha voluto ricordare le vittime del Coronavirus il venerdi santo con l’esecuzione della Messa di Requiem composta dal nostro concittadino Gaetano Donizetti.

Fitta la programmazione del Comune di Napoli che nell’ultimo mese ha coinvolto, con la campagna #nonfermiamolacultura 270 artisti, 150 ore di Performance, 10mila mi piace, 1.250.000 visualizzazioni su Facebook.

Non solo i grandi comuni hanno messo a disposizione gli spazi culturali in questi giorni ma anche svariati piccoli e medi centri come il Comune di Pieve di Soligo nel trevigiano che attraverso il proprio canale YouTube propone dei viaggi virtuali per le ricchezze culturali cittadine. Il Comune di San Leo, invece, ha chiesto ai cittadini di raccontare la giornata di Pasquetta con un disegno. Nel Comune di Bargazo in provincia di Lecco il consiglio dell’amministrazione è quello di passare sabato scorso con una serie di proposte via social. L’Amministrazione comunale di Frascati ha invece convocato i cittadini sui balconi alle 11.30 per un flashmob e cantare insieme Buongiorno a te di Luciano Pavarotti per incoraggiare il personale sanitario impegnato in un altro giorno di lavoro intenso negli ospedali.

Nel week end non sono mancati gli appuntamenti religiosi come nel Comune di Anzio che ha messo a disposizione sulla pagina Facebook la rappresentazione de “La Passione di Cristo” andata in scena lo scorso anno al centro cittadino. Analoga iniziativa per il Comune di San Severo nel foggiano che ha invitato tutti a seguire il venerdi santo l’iniziativa “Il dolore dipinto: i simboli della Crocifissione di Gesù attraverso i grandi maestri del colore”.

Le altre puntate del reportage sulle iniziative culturali dei Comuni

Articolo presente in: