#NelSegnodelleCittà

Cene in Quartiere. A Pontecagnano Faiano si riparte dalla socialità in sicurezza

Ripartire dalla convivialità in sicurezza ed in armonia. Oggi per #Nelsegnodellecittà parliamo dell’iniziativa del Comune di Pontecagnano Faiano, che ha lanciato la prima edizione di “Cena in quartiere“.  Un evento che ha riportato in piazza, con le dovute precauzioni, la popolazione di Case Parrilli, quartiere a ridosso del centro cittadino.
Luci soffuse, tavole apparecchiate a festa e musica d’autore hanno fatto da cornice, giovedì 30 luglio, ad un momento connotato da grandi emozioni: la gioia delll’incontro post coronavirus, l’allegria delle canzoni, la delizia del palato e degli occhi con pietanze ed addobbi a mera cura dei partecipanti. Per finire, la nostalgia del ricordo di due vite spezzate: Gemma ed Antonino, la prima per una malattia fulminante ed il secondo a causa di un incidente sul lavoro.

La serata è stata anche volta alla riqualificazione delle aree urbane e d alla solidarietà, se si considera che l’indotto della quota d’iscrizione è stato interamente devoluto ad una onlus. Fondamentale, infine, la valorizzazione delle attività del territorio attraverso il coinvolgimento dei commercianti locali.

Insomma, un modo semplice ed autentico con cui ripristinare la tradizione dell’unione e della compattezza in un momento in cui la socialità era stata completamente repressa.
“Ora più che mai abbiamo bisogno di una vicinanza che non deve essere fisica, ma ideale e mentale”, ha commentato il sindaco Giuseppe Lanzara. “Nel rispetto meticoloso delle norme anticontagio, applicate mediante il contributo di preziosi volontari, abbiamo condiviso ore spensierate e serene, illuminando di cordialità e di speranza un quartiere dalle mille facce e dalle mille risorse”.

Leggi le puntate precedenti

Segnalateci i vostri progetti, iniziative e attività per scrivere assieme il nostro “diario della ripartenza” a: nelsegnodellecitta@anci.it

 

Articolo presente in: