Coronavirus

Anci Giovani: “Governo non lasci soli i Comuni. Aiuti immediati a categorie colpite”

“Abbiamo letto con attenzione il nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri. È un provvedimento restrittivo che comporta un grosso danno economico per tutto il Paese. Tantissimi lavoratori e categorie da lunedì mattina saranno davanti alla porta dei nostri Comuni, per chiedere aiuto a noi sindaci e amministratori locali.
“In questo momento difficile è nostro compito come amministratori comunali  mantenere unite le comunità, con forte senso istituzionale, ma allo stesso tempo ci aspettiamo risposte immediate: in linea, con quanto richiesto dalle Regioni, unendoci alla richiesta del presidente Anci Antonio Decaro, chiediamo aiuti immediati e automatici a fondo perduto, cassa integrazione, riduzione di imposte e affitti per le categorie colpite dalle restrizioni. emergenza”. E’ quanto afferma il coordinamento nazionale Anci Giovani.