Piano vaccinale

Vecchi: “Bene accelerazione ma serve piano per accesso fasce deboli e senza documenti identità”

“A fronte di un’importante accelerazione del piano vaccinale – cosa assolutamente importante e positiva – dal nostro osservatorio rappresentativo di tutti i Comuni italiani riscontriamo un’evidente e oggettiva difficoltà di accesso alle piattaforme di prenotazione per centinaia di migliaia di persone in condizioni di particolare fragilità e di difficile raggiungibilità, a partire dai senza fissa dimora”. Lo sottolinea Luca Vecchi, sindaco di Reggio Emilia e delegato Anci al Welfare che, insieme al presidente dell’Associazione Antonio Decaro, ha inviato una lettera al ministro della Salute Roberto Speranza per segnalare il problema.
“Serve urgentemente un piano e indirizzi nazionali per raggiungere questa fascia della popolazione – spiega Vecchi – siamo disponibili a fornire come comuni il nostro contributo anche informativo. La nostra posizione vuole essere assolutamente costruttiva: poniamo all’attenzione del governo, delle Regioni e del Commissario su questo aspetto con l’obiettivo – precisa Vecchi – di assecondare il ritmo del piano vaccinale nel miglior esito possibile nelle prossime settimane e quindi assicurare la copertura anche della popolazione più esposta”.

Articolo presente in: