Centri anziani

Vecchi a Mi manda RaiTre: “Riapertura possibile nel rispetto dei protocolli di sicurezza”

“Dagli incontri avuti nei giorni scorsi con i ministri Speranza e Orlando si sta delineando un percorso per arrivare abbastanza rapidamente ad una riapertura dei centri anziani. Parliamo di una categoria di persone che, soprattutto nel primo lockdown, ha pagato il prezzo più alto anche in termini di vite umane”. È quanto ha rimarcato il delegato dell’Anci al welfare e sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi intervenuto in collegamento alla trasmissione ‘Mi manda Rai Tre’.
“Pensiamo – ha osservato Vecchi – che in questa fase, in cui si sta procedendo speditamente con le vaccinazioni in diverse regioni italiane e confidando anche nel fatto che questa fascia della popolazione ha in sé un elemento di saggezza e un alto senso del rispetto delle regole, si possa riaprire in sicurezza i centri anziani”. Sui tempi delle riaperture il delegato Anci si dice quindi fiducioso. “Credo – ha aggiunto – ci siano le condizioni perché le attività sociali e di aggregazione responsabile che, all’interno dei tanti centri sociali del nostro paese, creano le condizioni per la socialità degli anziani possano riprendere. A giugno con le ulteriori riaperture previste, come quelle per le attività di ristorazione, spero ci sia una spinta per arrivare anche nei centri anziani a legittimare non soltanto l’attività all’aperto ma anche al chiuso seguendo protocolli di sicurezza. Una riapertura che non solo è possibile, ma che si deve fare”.

Articolo presente in: