Notizie

Ue – Oggi al Viminale prima seduta della Sessione europea Conferenza Stato Città e Autonomie locali

“La Conferenza Stato Città di oggi è stata molto importante. Dopo una lunga attesa si è insediato questo organismo  di coordinamento che ci consentirà di fare meglio squadra su tutte le questioni che riguardano l’Unione Europea”. Lo ha detto il sindaco di Catania e presidente del Consiglio nazionale dell’Anci Enzo Bianco al termine della prima seduta della Sessione europea Conferenza Stato Città e Autonomie locali insediatasi oggi al Viminale.
“E’ sempre più evidente – ha proseguito Bianco – che una parte rilevante della capacità competitiva dei comuni italiani è legata all’abilità di utilizzare in pieno le opportunità comunitarie e a rimuovere i vincoli troppo spesso oppressivi. C’è un impegno serio da parte dei comuni italiani a fare squadra e quello che chiediamo al governo e di fare sempre più squadra a Bruxelles ma anche nella fase ascendente, vale a dire nella scelta delle questioni che andranno ad essere poste nei tavoli comunitari”.
“Il clima è oggi molto positivo – ha evidenziato il sindaco di Catania – ora il nostro obiettivo è evitare che questa Conferenza diventi il solito ‘parerificio’  e invece vengano affrontate le questioni vere e reali che riguardano le politiche comunali negli ambiti comunitari”.
“Un’iniziativa storica per il ruolo centrale dei Comuni in Europa” è quanto ha dichiarato il vice presidente Anci Roberto Pella presente in Conferenza insieme al sindaco di Pesaro Matteo Ricci.
“Credo che oggi – ha sottolineato Pella – sia rimarcato con forza il ruolo fondamentale dei Comuni nella costruzione della Unione europea che nei fatti è entrata in qualsiasi scelta politica, economica, amministrativa che intercorre tra le autonomie locali. In tal senso, questa sessione della Conferenza Stato Città rappresenta il momento centrale di dialogo tra il governo e le autonomie locali sulla materia europea”.
All’ordine del giorno di questa prima seduta sono stati inseriti due provvedimenti attuativi recanti attuazione rispettivamente dell’art. 23 e 26 della l.234/2012 che detta le norme generali sulla partecipazione dell’italia alla formazione e all’attuazione della normativa e delle politiche dell’Ue, sui quali l’Anci ha dato parere favorevole.
Al primo punto dell’odg sono definite le competenze, e le modalità di organizzazione della sessione europea della Conferenza Stato Città, dedicata alla trattazione degli aspetti delle politiche dell’Unione europea di interesse degli enti locali; mentre il secondo provvedimento all’ordine del giorno definisce le modalità di designazione degli esperti da parte degli enti locali che parteciperanno ai gruppi di lavoro del Comitato tecnico di valutazione che rappresenta l’alter ego del Comitato Interministeriale degli Affari Europei e coordina la predisposizione della posizione italiana nella fase di formazione degli atti normativi dell’Unione europea. Designazione che saranno oggetto della prima seduta utile della prossima Conferenza Stato Città in sede di Sessione europea (scarica la nota di sintesi). (fdm)