Didacta

Scuole e piccoli Comuni. Giachi: “Si definisca il piano istruzione come da Legge Realacci”

“Questo convegno offre l’opportunità di aprire un dibattito sulle Piccole scuole come comunità portatrici di valori per i piccoli Comuni. A questo punto è importante o definire il Piano istruzione previsto dalla legge Realacci del 2017 sui piccoli Comuni”. Lo ha evidenziato Cristina Giachi, Presidente della Commissione Istruzione Anci, partecipando al convegno ‘Piccole scuole, grandi comunità. Viaggio attraverso la dimensione narrativa delle scuole di piccole dimensioni e modelli di sviluppo locale’ svoltosi nell’ambito della seconda edizione di Didacta Italia, la fiera dedicata all’istruzione, all’educazione e alla formazione professionale, e rivolta a dirigenti scolastici, docenti, educatori, formatori, istituzioni, professionisti e imprenditori del settore, che si è aperta a Firenze.
Secondo Giachi il piano istruzione previsto dalla legge sui piccoli Comuni “può rappresentare lo strumento adatto per sostenere il rilancio dei piccoli centri e delle aree montane e rurali anche attraverso un sistema scolastico migliore a tutti i livelli e favorendo la mobilità sostenibile, la residenzialità e l’erogazione efficace di servizi”.
In questa direzione va anche il recente protocollo di intesa – ha ricordato la Presidente – sottoscritto tra Anci e Indire che ha l’obiettivo di individuare le buone pratiche e mettere in campo le opportune azioni per mantenere le scuole situate nei territori geograficamente isolati. Si inizia con l’individuare i bisogni delle piccole scuole poste nelle zone rurali e montane per poi avviare sperimentazioni didattiche che favoriscono tecnologie digitali. “Una sperimentazione nelle scuole – ha concluso Giachi – che ha come fine ultimo quello di contribuire all’effetto spopolamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *