Protezione civile

Premiati Comuni della colonna mobile. Masetti: “Oggi giornata importante, la strada è tracciata”

PARMA – Nella giornata di apertura della XXXVIII Assemblea dell’Anci a Parma, alla presenza del Presidente del Consiglio nazionale dell’Anci Enzo Bianco, del Delegato alla protezione civile dell’Anci Paolo Masetti e del Direttore dell’Ufficio Volontariato e risorse del Dipartimento della Protezione Civile Sisto Russo è stato consegnato un riconoscimento ai Servizi comunali di protezione civile degli 11 Comuni appartenenti alla Colonna mobile enti locali, per l’impegno e la dedizione dimostrati in costanza di emergenza sanitaria Covid-19, nel condurre le attività di progetto e partecipare alla costituzione dell’innovativo sistema di supporto per assicurare la “continuità amministrativa” e il mutuo sostegno tra i Comuni in occasione di eventi emergenziali di protezione civile. Sono stati premiati i servizi comunali di protezione civile di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Roma Capitale, Torino e Venezia.
“Oggi è una giornata importante, e non è un caso se la prima giornata della colonna mobile degli Enti locali si tiene in apertura dei lavori dell’Assemblea nazionale dell’Anci. E’ il risultato di un grande risultato svolto dal dipartimento insieme ad Anci nazionale che ha inteso dare una struttura per dare una risposta di solidarietà e la solidarietà dei comuni colpiti da eventi straordinari. Invitiamo anche gli altri Comuni italiani ad aderire all’iniziativa”. E’ il commento di Paolo Masetti, sindaco di Montelupo Fiorentino e delegato alla protezione civile dell’Anci, a margine della consegna dei riconoscimenti.
ANCI nazionale e le 14 Città capoluogo metropolitano hanno avviato, sotto il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile nazionale, questa importante sperimentazione innovativa con lo scopo di assicurare la continuità amministrativa, anche in caso di eventi catastrofici, delle strutture comunali su cui si basano le attività di emergenza, per rispondere efficientemente alle procedure di protezione civile complesse e gravose per Comuni colpiti, spesso di piccole dimensioni. L’Anci sta ora consolidando questo progetto prevedendo il coinvolgimento dei Comuni italiani che intendono partecipare per attuare il principio di mutuo soccorso tra i Comuni, riconosciuto anche dal Codice di Protezione civile e dalle norme di attuazione come la Direttiva sulla pianificazione di protezione civile.
Ogni Comune italiano può partecipare alle attività, aderendo della Colonna Mobile degli Enti Locali, secondo criteri e standard definiti a livello nazionale da ANCI. Manifestando il proprio interesse il Comune sarà aggiornato sulle diverse iniziative, sui programmi di formazione destinati al personale selezionato per operare in emergenza, sugli strumenti di lavoro e la condivisione del “kit” di atti amministrativi tipici in emergenza, utili per la prima messa in sicurezza del territorio. Per maggiori informazioni è sufficiente compilare il format  e saranno forniti aggiornamenti e informazioni sulle attività della Colonna Mobile.

Articolo presente in: