#MissioneItalia2022 - Seconda giornata

Nella seconda giornata alla Nuvola il confronto tra sindaci-governo sull’attuazione del Pnrr

Densa di interventi la seconda giornata dei lavori della prima edizione di #MissioneItalia2022 a La Nuvola organizzata dall’Associazione. La prima sessione riguarderà le misure per i comuni per la transizione ecologica e la missione verde alla presenza del Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani. A seguire il Commissario Europeo per gli affari Economici e Monetari Paolo Gentiloni discuterà con il Presidente del Consiglio Nazionale Anci Enzo Bianco dell’investimento dell’Europa sull’Italia. Con il Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini parlerà di interventi sulla mobilità a tante velocità per Milano il sindaco della città Beppe Sala. Anche le misure previste nelle tematiche inerenti le misure per l’istruzione saranno al centro del dibattito odierno alla presenza del Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi e quelle sulla rigenerazione urbana con la Ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Previsti anche gli interventi finali di Mara Carfagna, Ministra per il sud e la coesione sociale e di Andrea Orlando, Ministro del lavoro e delle politiche sociali.
Le esperienze raccontate durante tutto il corso della giornata metteranno a confronto, oltre alle più alte cariche dirigenziali dello Stato, i comuni di Roma Capitale, Milano, Napoli, Reggio Calabria, Arezzo, Lecce, Pisa, Vicenza, Imperia, Firenze, Bitritto, Siracusa, Vico Equense, Gallipoli, Venezia, Bologna, Catania, Cagliari, Ascoli Piceno, Campobasso, Corigliano Rossano, Monterotondo, Perugia e in chiusura il Comune di Reggio Emilia.
A latere previsto invece l’evento “Salute e territorio nel Pnrr: la rete dell’assistenza delineata dalla missione 6 – Salute a cura di Federsanità dove è prevista la presenza del Ministro per la salute Roberto Speranza.
Sono sei, infine, i tavoli della giornata di coworking con esperti del settore su sport e finanziamenti in infrastrutture sportive, sulla capacità amministrativa degli enti locali per i buoni investimenti, sull’economia circolare tra ammodernamento della rete della raccolta dei rifiuti urbani e nuova impiantistica per il recupero, la mobilità sostenibile, l’integrazione socio-sanitaria e i processi organizzativi complessi multidimensionali e la transizione ecologica dei territori.