AccaddeOggi

Motori, 110 anni fa nasceva l’Alfa Romeo, casa automobilistica italiana famosa nel mondo 

Nell’anniversario della fondazione del marchio (24 giugno 1910) il sindaco di Arese, Michela Palestra e il Curatore del Museo Storico Alfa Romeo, Lorenzo Ardizio, celebrano il marchio in un video pubblicato sul sito Anci  per la rubrica “AccaddeDomani”.
“La città di Arese è l’Alfa Romeo, il Biscione, simbolo di prestigio, riconosciuto in tutto il mondo come sinonimo di eleganza, innovazione, stile e design”.
Parole del sindaco, Michela Palestra nella rubrica Anci AccaddeOggi a 110 anni dalla fondazione del marchio avvenuto il 24 giugno 1910 a Milano.
Un marchio, quello dell’Alfa Romeo che si riconosce dallo stemma, la croce rossa in campo bianco, simbolo della città di Milano e il Biscione stemma araldico dei Visconti. “Una storia, quella del marchio, fatta di persone e di auto – spiega il sindaco – iniziata nel lontano 1910 poi trasferita ad Arese nel 1963. Proprio quello stabilimento – continua – è stato identificato per le migliaia di dipendenti come la Cattedrale dei metalmeccanici.
“Quest’anno avremmo voluto festeggiare diversamente questa ricorrenza, tanti i progetti da realizzare, tante le iniziative. Il legame tra Arese e l’Alfa non si scioglie, rimane forte, è parte della nostra storia, parte dell’orgoglio e dello sviluppo della nostra città”.
Il curatore del Museo Storico Alfa Romeo, Lorenzo Ardizio parla del marchio come un’eccellenza tecnologica che ha segnato e continua a segnare la storia e la passione per un’automobile tutta italiana. “Il 24 giugno – dice – sarà l’occasione per riaprire le porte del Museo Alfa Romeo di Arese, dove si raccontano i 110 anni di storia del marchio, dalla prima vettura prodotta, la 24HP. Nelle sale del Museo – precisa – si raccontano i valori di un’azienda che è riuscita ad essere sempre protagonista e a mantenere saldi i propri valori fatti di italianità, di produzione industriale, di stabilimenti, ma anche di design”. 

   

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *