Rigenerazione urbana

Il ruolo delle città negli scenari turistici post pandemia. A Firenze le storie della rete Urbact

In che modo le soluzioni urbane contribuiscono al rilancio economico, sociale e turistico delle città soprattutto nel post pandemia? Questo il filo conduttore dell’incontro che si è svolto oggi a Firenze nel corso del “Be Travel Onlife” al quale ha preso parte il responsabile Urbact per Anci, Simone d’Antonio che ha illustrato le esperienze e il metodo delle città Urbact raccontate anche nel volume “Le città sono la soluzione” scritto con il responsabile Ufficio studi dell’Anci, Paolo Testa.
“Il metodo Urbact, basato sulla progettazione integrata dei servizi e degli spazi urbani attraverso il diretto coinvolgimento dei cittadini – ha spiegato d’Antonio – ha permesso di definire nuove policy urbane nella direzione del migliormento della qualità della vita”.


Le esperienze messe in piedi dalla rete del principale programma europeo dedicato allo sviluppo urbano sostenibile e integrato dimostrano come la sinergia tra cittadini e amministrazioni locali abbia migliorato la qualità della vita delle città che diventano attrattori di nuove forme di turismo.
Nel corso del panel, Simone d’Antonio ha passato in rassegna i principali casi della rete Urbact, attraverso il confronto con le esperienze nazionali ed europee, da Roma a Lisbona, sottolineando come queste siano esempi e ricettacolo di innovazione che disegnano un nuovo modello di governo locale centrato sulle energie civiche e sulla partecipazione degli attori locali. Una collaborazione utile a porre le basi per la ripresa post covid, dimostrando ancora una volta come i Comuni siano “veri driver di innovazione e cambiamento” per la definizione di strategie, soluzioni e interventi a livello nazionale soprattutto in vista dell’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza.