• Dicembre 19, 2018
di Redazione Anci

Assemblea Anci Liguria

Il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, a colloquio con i sindaci liguri

L’evento ha offerto un’occasione di dialogo e confronto sui contenuti della Legge di Stabilità 2019 e su alcuni dei temi di maggiore interesse per il territorio ligure. Gli amministratori locali hanno avuto così l’opportunità di esprimere le istanze dei propri territori ai vertici nazionali di Anci.
Il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, a colloquio con i sindaci liguri

Giornata genovese per il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, che ha incontrato a Palazzo Ducale i sindaci liguri. L’evento, promosso dal presidente dell’Anci Liguria e sindaco di Genova Marco Bucci, ha offerto un’occasione di dialogo e confronto sui contenuti della Legge di Stabilità 2019 e su alcuni dei temi di maggiore interesse e impatto per il territorio ligure. Gli amministratori locali provenienti da tutta la regione hanno avuto così l’opportunità di esprimere le istanze e le specificità dei propri territori ai vertici nazionali di Anci, rappresentati dal presidente Antonio Decaro e dal segretario generale Veronica Nicotra. All’incontro ha portato il saluto delle istituzioni la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale. A moderare il dibattito il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai.
«Sono felice di essere qui oggi in un momento cruciale per la comunità genovese come l’inizio della ricostruzione – ha detto Decaro ai sindaci – sono qui per ascoltare e capire i problemi e le specificità dei Comuni liguri, problemi legati al bilancio, alla legge finanziaria, all’immigrazione, alla sicurezza e alla normativa sulla safety e security che tanto condiziona la vita dei Comuni grandi e piccoli».
«Le conseguenze del crollo del ponte Morandi che non hanno interessato solo Genova ma l’intera regione, e gli eventi calamitosi del 28 e 29 ottobre, che hanno creato una situazione critica in molti comuni del Levante genovese sono le due grosse emergenze sul nostro tavolo – ha affermato Bucci – a queste si aggiungono i molti punti interrogativi sul bilancio 2019 che derivano da alcune decisioni prese e molte non prese. Non è accettabile il taglio dei 30 milioni al Comune di Genova per il 2019. Per questo, attraverso la negoziazione di Anci, chiediamo a Governo e Parlamento un’azione di revisione».
«Nell’affrontare le conseguenze del crollo del Morandi, la Liguria ha dimostrato grande forza e coraggio, tipici della mentalità e del modo di vivere di noi liguri sono sicuro che il 2019 sarà l’anno in cui dimostreremo al mondo di saper far grandi cose, bene, in fretta e al giusto costo», ha concluso Bucci.
Tra i temi principali del colloquio con i sindaci, gli emendamenti Anci alla legge di Bilancio 2019, le esigenze dei piccoli Comuni in tema di semplificazione burocratica e governance locale.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *