Consiglio d'Europa

Emergenza Ucraina, Bianco: “Comuni italiani mobilitati per pace e per l’accoglienza”

E’ in svolgimento a Strasburgo la 42esima sessione del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa (CPLRE). Oggi pomeriggio ha avuto luogo un dibattito sulla situazione in Ucraina e il Congresso ha adottato una dichiarazione ufficiale in tal senso. Il ministro ucraino per lo sviluppo delle comunità e dei territori, Oleksiy Chernyshov, il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, e il sindaco della città di Mykolaiv, Oleksandr Senkevych, si sono collegati con il Congresso. Il Presidente del Consiglio Nazionale ANCI Enzo Bianco ha così commentato: “Questa mattina abbiamo ascoltato il Presidente della martoriata Ucraina Zelensky rivolgersi al Parlamento e al Governo italiani. Così come fatto dagli autorevoli esponenti del governo nazionale e dei governi locali non posso che ribadire la nostra vicinanza e solidarietà al popolo ucraino, come abbiamo fatto nell’ultimo Consiglio Nazionale Anci. La mobilitazione dei sindaci e delle città italiane è stata immediata: come ha detto il Presidente Draghi, gli italiani hanno spalancato le porte delle proprie case e delle scuole ai profughi ucraini, in prevalenza donne e minori. E continueranno a farlo”.
All’ordine del giorno del Congresso le relazioni sull’applicazione della Carta europea delle autonomie locali in Germania, Lussemburgo, Turchia e Regno Unito, i rapporti sulle ultime elezioni locali in Armenia e Georgia, e delle elezioni locali e regionali in Danimarca e Marocco.
Altri approfondimenti hanno riguardato la partecipazione dei bambini allo sviluppo sostenibile delle loro città come pure le “Fake news, minacce e violenze o pressioni sui sindaci nell’attuale crisi in Europa”, un tema sul quale l’ANCI è da anni particolarmente attenta.
Tra le personalità invitate anche Mariastella Gelmini, Ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie, a nome della Presidenza italiana del Comitato dei Ministri, Roberto Gualtieri, Sindaco di Roma, Italia, Apostolos Tzitzikostas, Presidente del Comitato Europeo delle Regioni, Jean-Claude Marcourt, Presidente della Conferenza delle Assemblee Legislative Regionali Europee (CALRE) e Presidente del Parlamento Vallone, e Stefano Bonaccini, Presidente del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCR).