Consiglio nazionale

Decaro: “Il PNRR sta funzionando, ma saranno necessarie correzioni dovute a fattori esterni”

Il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, ha aperto oggi i lavori del Consiglio nazionale dell’Anci, con una valutazione positiva della fase di assegnazione delle risorse del PNRR destinate ai Comuni sottolineando però i cambiamenti del quadro internazionale e nazionale intervenuti negli ultimi mesi. “Siamo obbligati a fare i conti con la situazione difficile causata dall’invasione dell’Ucraina, dalla crisi energetica e dalle tensioni dovute alla crescente inflazione – ha detto Decaro – questi fattori probabilmente renderanno necessarie delle correzioni alla rotta fin qui seguita, con conseguenze che si riverseranno anche nelle prossime fasi di attuazione dei progetti che stiamo portando avanti come amministrazioni comunali”.
In merito al PNRR e alle prossime scadenze, nella sua relazione al Consiglio nazionale il Presidente dell’Anci ha ricordato l’appuntamento “Missione Italia”, l’evento che si aprirà domani a Roma al Centro congressi La Nuvola, che sarà l’occasione per fare il punto sugli avanzamenti nella programmazione a valere sul PNRR per la parte che riguarda i Comuni.
Insieme a molti sindaci, amministratori locali ed esponenti dei soggetti economici coinvolti nel Piano nazionale di resistenza e resilienza, all’evento “Missione Italia” parteciperanno tra gli altri il commissario europeo per gli Affari economici, Paolo Gentiloni, il sottosegretario alla Presidenza del consiglio Roberto Garofoli e i ministri Franco, Gelmini, Brunetta, Colao, Cingolani, Giovannini, Bianchi, Lamorgese, Carfagna e Orlando.
Dopo il presidente Decaro è stata la volta del vicario Anci Roberto
Pella che ha affrontato alcune questioni cruciali: dal tema Olimpiadi, al Dl aiuti fino a porre l’attenzione alla necessaria riforma del Testo Unico e al terzo mandato dei sindaci su cui “bisogna accelerare”.
“Voglio ringraziare il sindaco di Milano, Beppe Sala (in collegamento alla riunione del Consiglio di Anci – ndr) perché ha posto al centro dell’attenzione non solo Milano e Cortina, ma tutti i Comuni italiani. L’obiettivo è quello di portare le Olimpiadi in tutti i Comuni”. In riferimento invece all’aumento dei costi delle materie prime e dell’inflazione Pella ha richiamato l’attenzione sull’urgenza di mettere in agenda il tema “perché i cittadini sempre di più si rivolgeranno ai servizi sociali dei Comuni. Costi che ricadranno anche sulle imprese, le aziende e i territori. E’ necessaria quindi una ricollocazione di nuove risorse”.
Infine il vice presidente vicario di Anci ha ricordato, rispetto al Dl aiuti, l’impegno di chiedere al governo nuove risorse perché “I Comuni hanno grandi difficoltà sulla spesa corrente mentre ci sono stati passi in avanti per quella in conto capitale”.
Prima della relazione di Decaro l’apertura dei lavori del presidente del Consiglio nazionale dell’Anci Enzo Bianco che ha inviato “u
n saluto affettuoso ai colleghi amministratori e sindaci che hanno cessato il loro mandato perché in scadenza o perché non eletti. Un caloroso benvenuto a tutti i sindaci e consiglieri neoeletti in occasione delle ultime elezioni”.
Bianco ha inoltre ricordato che la prossima riunione del Consiglio sarà occasione per aggiornare la compagine sia della stessa. che del Comitato direttivo dell’Associazione, alla luce dei ballottaggi della prossima settimana che chiuderanno la tornata elettorale 2022. Il Consiglio nazionale ha poi approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2021 che ha registrato un significativo avanzo di gestione. “Un risultato storico – ha detto il segretario generale dell’Anci, Veronica Nicotra – di cui ringrazio tutta la struttura della nostra associazione che ha dimostrato ancora una volta di saper lavorare nel modo giusto”