Next generation EU

Comuni e Pnrr, 6 dicembre webinar Anci e Mef. Marino: “Chance storica per paese e Mezzogiorno”

“Le condizionalità poste dalla Commissione per eseguire gli interventi sono molto stringenti sui tempi di esecuzione dei lavori e sulla loro rendicontazione, lo sappiamo molto bene. Tuttavia non possiamo permetterci di perdere questa occasione che per i Comuni, soprattutto del Mezzogiorno e della Campania, costituisce una chance storica. Per questi motivi la giornata del 6 dicembre 2021 è molto importante, poiché rappresenta un modello di dialogo e collaborazione istituzionale decisivo per permettere che i vari avvisi in campo procedano il più rapidamente possibile”. A sottolinearlo è il presidente di Anci Campania, Carlo Marino che ricorda l’appuntamento in programma lunedì 6 dicembre alle 10.30 per un nuovo incontro del ciclo “I Comuni e le Città nel Pnrr: le risorse e le sfide” promosso da Anci e ministero dell’Economia e delle Finanze.  L’incontro online, rivolto ai Comuni e agli amministratori locali della Campania, organizzato in collaborazione con Anci Campania, è finalizzato ad illustrare il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e le sue principali linee di intervento (iscriviti qui).
L’incontro vedrà la partecipazione, tra gli altri, del presidente di Anci Campania, Carlo Marino e di Michele Palma, funzionario del dipartimento Affari regionali della Presidenza del Consiglio.
“A quest’appuntamento, che si terrà in videoconferenza – ha proseguito Marino – abbiano invitato i tecnici della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio, del Mef e dell’Anci, un panel di esperti di altissima caratura con i quali fugare ogni dubbio e perplessità. In questi giorni, ne siamo consapevoli, si apre la sfida dell’attuazione concreta degli interventi per la quale è fondamentale la formazione e l’informazione. Il 6 dicembre è una data cruciale, per questo l’invito di Anci Campania è rivolto a tutti gli amministratori per favorire una partecipazione numerosa. Sappiamo tutti noi, Sindaci e amministratori locali, che i fondi del PNRR potranno rappresentare davvero un volano per il rilancio dei nostri territori, di settori chiave quali quello dell’edilizia, delle costruzioni, ed alcuni dei fondi sono destinati a finanziare progetti per la rigenerazione urbana. Importanti progetti che possono determinare miglioramenti della qualità della vita dei cittadini e contrasto dell’emarginazione sociale, e possono contribuire ad uno sviluppo culturale dei nostri territori meridionali”.