Pari opportunità

Cognome figli, Terranova: “Bene decisione Consulta. Sempre meno disparità, più bigenitorialità”

“La Corte costituzionale ha deciso: sono illegittime, oltre che discriminatorie e lesive dell’identità del figlio, le norme che attribuiscono, in maniera automatica, il cognome del padre ai figli, con riferimento ai figli nati nel matrimonio, fuori dal matrimonio e ai figli adottivi”. Così la sindaca di Termini Imerese e vicepresidente di Anci, Maria Terranova commenta la decisione della Corte Costituzionale sull’attribuzione del cognome ai figli.
“’Eguaglianza e interesse del figlio’”: questi i principi costituzionali a garanzia di una scelta condivisa, da parte di entrambi i genitori, sul cognome dei figli che costituisce elemento fondamentale dell’identità personale. La pronuncia della Corte Costituzionale – ha proseguito la sindaca – rappresenta una vera rivoluzione e sottolinea come il meccanismo attuale altro non è se non il retaggio di una potestà maritale e di una concezione patriarcale della famiglia ormai tramontate e non più coerenti con il valore costituzionale dell’uguaglianza tra uomo e donna.  Sempre meno disparità.  sempre più bigenitorialità, insomma. Adesso alla Politica l’alto compito di agire e in fretta sul solco tracciato”.

Articolo presente in: