Cooperazione allo sviluppo

Codeway Expo, le esperienze dei Comuni impegnati nella Cooperazione internazionale

La giornata inaugurale di Codeway Expo ha visto la presenza di un gran numero di partecipanti al primo side event Anci dedicato al partenariato territoriale e ai nuovi rapporti tra comuni, territorio e organizzazioni della società civile nella cooperazione allo sviluppo. All’intervento di introduzione e saluto del Presidente Enzo Bianco, che ha ribadito l’impegno dell’Anci in materia di cooperazione internazionale – di cui si farà egli stesso portavoce sia a livello nazionale che a livello europeo, nell’ambito del Comitato europeo delle Regioni – hanno fatto seguito i contributi dei rappresentanti dei Comuni e delle Anci Regionali, oltre a quelli delle osc e degli altri stakeholder presenti.
Le Assessore Nicoletta Paci di Parma (qui le slides) e Francesca Mattei di Rimini (qui le slides) hanno portato l’esperienza di due Comuni protagonisti nelle attività di cooperazione, anche all’interno del programma partecipativo Municipi senza frontiere.
Il Comune di Parma ha illustrato il progetto agroalimentare in essere con il Burundi; il Comune di  Rimini, partner Anci anche nel progetto di formazione e sviluppo delle capacità dei funzionari municipali in Libia, ha, invece, in corso una cooperazione in Senegal che coinvolge anche la comunità senegalese locale.
Riccardo Varone, Presidente Anci Lazio, Marco Orlando, Direttore Anci Piemonte e Vincenzo d’Ercole, coordinatore  Anci Giovani Abruzzo, hanno testimoniato il coinvolgimento dei loro territori in progetti internazionali.
Lucia Maddoli di Felcos ha invece portato la testimonianza del lavoro svolto a supporto dei Comuni dell’Umbria, mentre Filippo Lucci, AD di COPE, quello a supporto dei Comuni Abruzzesi.
Maria Bottiglieri, responsabile Ufficio Cooperazione internazionale e pace di Torino e Silvia La Ferla, responsabile Unità cooperazione del Comune di Milano (qui le slides), hanno relazionato sui vari progetti presenti e passati portati avanti da due dei maggiori Comuni italiani, con una fortissima proiezione internazionale.
Roberto Ridolfi, presidente della rete Link 2007, ha sottolineato l’importanza di lavorare in sinergia con gli enti territoriali. Vincenzo Curatola, Presidente del Forum permanente per il sostegno a distanza, ha invece evidenziato la necessità di una cooperazione di lungo periodo e non limitata ad interventi di breve durata o estemporanei.
Il punto di vista delle public utilities impegnate nella cooperazione allo sviluppo è stato portato da Renato Drusiani di Utilitalia. Le conclusioni sono state infine affidate ai rappresentanti di Aics e Maeci, Rosa Maria Dragone, referente Enti Territoriali dell’Agenzia Italiana Per La Cooperazione Allo Sviluppo e Marco Ricci, ministro plenipotenziario del Ministero Affari Esteri. Entrambi hanno ringraziato l’Anci  per l’impegno profuso in questi anni e hanno riaffermato il ruolo fondamentale dei Comuni nelle attività di cooperazione internazionale.