Protezione Civile

       Il Servizio Nazionale della Protezione Civile, definito dal Decreto Legislativo n.1 del 2 gennaio 2018 come di “pubblica utilità”, costituisce l’insieme delle competenze e delle attività delle diverse componenti volte a tutelare la vita, l’integrità fisica, i beni, gli insediamenti, gli animali e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall’attività dell’uomo. Il Sistema della protezione Civile si basa su Autorità che secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza esercitano in relazione ai rispettivi ambiti di governo funzioni di indirizzo politico e che sono:
  1. a) il Presidente del Consiglio dei ministri, in qualità di autorità nazionale di protezione civile;
  2. b) i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano, in qualità di autorità territoriali di protezione civile e in base alla potestà legislativa attribuita;
  3. c) i Sindaci e i Sindaci metropolitani, in qualità di autorità territoriali di protezione civile limitatamente alle articolazioni appartenenti o dipendenti dalle rispettive amministrazioni.
Il Servizio nazionale si articola in componenti, strutture operative nazionali e regionali. Rispetto alle autorità di protezione civile operano:
  1. a) il Dipartimento della protezione civile, di cui si avvale il Presidente del Consiglio dei ministri nell’esercizio della funzione di indirizzo e coordinamento del Servizio nazionale;
  2. b) Le Regioni titolari della potestà legislativa concorrente in materia di protezione civile e le Province autonome di Trento e di Bolzano titolari della potestà legislativa esclusiva;
  3. c) i Comuni, anche in forma aggregata, le città metropolitane e le province in qualità di enti di area vasta.
Lo svolgimento, in ambito comunale, delle attività di pianificazione di protezione civile e di direzione dei primi soccorsi alla popolazione con riferimento alle strutture di appartenenza, è funzione fondamentale dei Comuni. L’organizzazione delle attività di livello comunale è articolata secondo quanto previsto nella pianificazione di protezione civile e negli indirizzi regionali, che a loro volta disciplinano le modalità di gestione dei servizi di emergenza che insistono sul territorio del comune. L’articolazione dell’esercizio della funzione di PC a livello territoriale è organizzata nell’ambito della pianificazione nel rispetto dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza; a livello regionale sono definiti gli ambiti territoriali e organizzativi ottimali individuati dalle Regioni. Ai sensi dell’art. 13 del Codice della Protezione Civile le Regioni per l’attuazione del piano regionale possono prevedere l’istituzione di un fondo per la messa in atto degli interventi previsti dal medesimo piano e dei servizi territoriali cui i Comuni fanno riferimento per fronteggiare le prime fasi dell’emergenza. In questa sezione del sito è possibile consultare gli approfondimenti, sia di natura normativa e amministrativa che tecnica, organizzati secondo i temi di interesse per i Comuni, con una breve descrizione dell’argomento trattato e i file allegati di riferimento, attinenti agli argomenti e normative citati.  

Campagna anti incendi boschivi, le raccomandazioni e le indicazioni per le attività dei Comuni

In vista del periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi i sindaci adotteranno le ordinanze applicando le misure di prevenzione rischio incendi boschivi indicate dai piani e dagli indirizzi regionali e provvederanno alla verifica dell’aggiornamento del Catasto delle aree percorse dal fuoco. Tutti i documenti nell'articolo
Leggi tutto

Incendi boschivi, Bianco: “Lavoro di squadra, prevenzione e informazione contro rischi e incuria”

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese: "Con l’Anci c'è uno storico rapporto di collaborazione che ci vede fianco a fianco. Ho sempre detto che il ministero dell'Interno è la casa dei Comuni. I Comuni sono le nostre sentinelle sul territorio”. Scarica il quaderno operativo e la brochure con le buone pratiche in sintesi
Leggi tutto

Pella: “Adunata Alpini: una festa di unità nazionale e una risorsa preziosa di solidarietà”

"Un ringraziamento particolare al Presidente Favero per l'organizzazione dell'Adunata, al Sindaco Sadegholvaad e alla città di Rimini per l'accoglienza: i Comuni italiani non potranno che rinsaldare la collaborazione che li lega all'Associazione Nazionale Alpini tramite il protocollo sottoscritto a Milano dal Presidente Decaro e Favero nel 2019"
Leggi tutto

Le prime indicazioni operative della Protezione civile per l’accoglienza della popolazione ucraina

Lo scopo è fornire una linea guida a supporto delle Strutture di coordinamento regionali rispetto alla pianificazione e gestione dell’accoglienza e assistenza della popolazione, al fine di  garantire il raccordo operativo tra le amministrazioni dello Stato, delle Regioni e dei Comuni, oltre che con i soggetti del Terzo settore
Leggi tutto

Bianco: “I Comuni vicini alle popolazioni colpite. Serve modello uniforme per accoglienza profughi”

Il presidente del Consiglio nazionale dell’Anci ha aperto la riunione del massimo organo dell’Associazione che in avvio dei lavori ha reso omaggio alla popolazione Ucraina con un minuto di raccoglimento. Guarda il video
Leggi tutto

Presentato “Diario di bordo dei sindaci”. Vita e storie dai Comuni nella prima ondata di Covid

Il presidente Decaro e i sindaci Gori (Bergamo) e Passerini (Codogno) insieme all'allora presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, hanno raccontano i giorni difficili che fecero conoscere all'Italia il Covid 19. La pubblicazione, edita da Treccani e scritta da Giovanna Casadio, ripercorre eventi, stati d'animo e azioni dei primi cittadini durante il primo lockdown. Tutti concordi: "Con il lavoro di squadra tra istituzioni centrali e locali abbiamo salvato il Paese"
Leggi tutto

Sindaci liguri: “Agire subito, altrimenti azioni eclatanti di protesta”

Il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai: "Non possiamo indugiare oltre, dobbiamo sbrigarci a far chiudere il decreto con un maxi-emendamento governativo su cui apporre la fiducia, in modo da accelerare i tempi di conversione"
Leggi tutto

Prima ondata Covid. Il 10 marzo presentazione della pubblicazione “Diario di bordo dei sindaci”

Insieme all'autrice Giovanna Casadio saranno presenti, tra gli altri, il presidente dell'Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, che ha curato la prefazione della pubblicazione, e i primi cittadino di Bergamo, Giorgio Gori, e di Codogno, Francesco Passerini, due tra i Comuni simbolo della prima ondata di pandemia. Parteciperanno inoltre l'allora presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e il direttore generale dell'Istituto della Enciclopedia Italiana Massimo Bray
Leggi tutto

Rapporto ricostruzione sisma 2016, Mancinelli: “Grande lavoro che apprezziamo. Continuare così”

La sindaca di Ancona: "Si tratta di un grande risultato che tutti i Comuni del cratere delle quattro regioni coinvolte, primi fra tutti, possono testimoniare, confermare ed apprezzare. Occorre continuare così, con lo stesso metodo e con la stessa impostazione”
Leggi tutto

L’impegno delle grandi città italiane per accogliere i profughi che scappano dalla guerra

Da Milano a Roma, da Napoli a Genova le amministrazioni si stanno coordinando con le Prefetture e i Consolati dell’Ucraina per assicurare la migliore accoglienza possibile alle persone che cercano di salvarsi arrivando nel nostro Paese dove è folta la comunità ucraina residente
Leggi tutto