Protezione Civile

       Il Servizio Nazionale della Protezione Civile, definito dal Decreto Legislativo n.1 del 2 gennaio 2018 come di “pubblica utilità”, costituisce l’insieme delle competenze e delle attività delle diverse componenti volte a tutelare la vita, l’integrità fisica, i beni, gli insediamenti, gli animali e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall’attività dell’uomo. Il Sistema della protezione Civile si basa su Autorità che secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza esercitano in relazione ai rispettivi ambiti di governo funzioni di indirizzo politico e che sono:
  1. a) il Presidente del Consiglio dei ministri, in qualità di autorità nazionale di protezione civile;
  2. b) i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano, in qualità di autorità territoriali di protezione civile e in base alla potestà legislativa attribuita;
  3. c) i Sindaci e i Sindaci metropolitani, in qualità di autorità territoriali di protezione civile limitatamente alle articolazioni appartenenti o dipendenti dalle rispettive amministrazioni.
Il Servizio nazionale si articola in componenti, strutture operative nazionali e regionali. Rispetto alle autorità di protezione civile operano:
  1. a) il Dipartimento della protezione civile, di cui si avvale il Presidente del Consiglio dei ministri nell’esercizio della funzione di indirizzo e coordinamento del Servizio nazionale;
  2. b) Le Regioni titolari della potestà legislativa concorrente in materia di protezione civile e le Province autonome di Trento e di Bolzano titolari della potestà legislativa esclusiva;
  3. c) i Comuni, anche in forma aggregata, le città metropolitane e le province in qualità di enti di area vasta.
Lo svolgimento, in ambito comunale, delle attività di pianificazione di protezione civile e di direzione dei primi soccorsi alla popolazione con riferimento alle strutture di appartenenza, è funzione fondamentale dei Comuni. L’organizzazione delle attività di livello comunale è articolata secondo quanto previsto nella pianificazione di protezione civile e negli indirizzi regionali, che a loro volta disciplinano le modalità di gestione dei servizi di emergenza che insistono sul territorio del comune. L’articolazione dell’esercizio della funzione di PC a livello territoriale è organizzata nell’ambito della pianificazione nel rispetto dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza; a livello regionale sono definiti gli ambiti territoriali e organizzativi ottimali individuati dalle Regioni. Ai sensi dell’art. 13 del Codice della Protezione Civile le Regioni per l’attuazione del piano regionale possono prevedere l’istituzione di un fondo per la messa in atto degli interventi previsti dal medesimo piano e dei servizi territoriali cui i Comuni fanno riferimento per fronteggiare le prime fasi dell’emergenza. In questa sezione del sito è possibile consultare gli approfondimenti, sia di natura normativa e amministrativa che tecnica, organizzati secondo i temi di interesse per i Comuni, con una breve descrizione dell’argomento trattato e i file allegati di riferimento, attinenti agli argomenti e normative citati.  

Incendi boschivi, nuove disposizioni con la Legge 8 novembre 2021, n. 155

A livello centrale è stabilito che il Dipartimento della protezione civile provveda, con cadenza triennale, alla predisposizione di un Piano nazionale per il rafforzamento delle risorse umane, tecnologiche, aeree e terrestri. Sono state introdotte anche misure urgenti per il rafforzamento della capacità operativa delle componenti statali
Leggi tutto

La Colonna mobile degli enti locali in protezione civile mostra le sue qualità operative

In un'esercitazione addestrativa, organizzata nell'ambito della XXXVIII Assemblea nazionale dell'Anci, che ha simulato un evento alluvionale estremo azzerando la capacità di risposta del comune di Parma, si è dimostrato come sia possibile realizzare strutture di emergenza in autonomia assicurando l’operatività a supporto del Sindaco della città per la gestione di tutte le fasi emergenziali con immediatezza.
Leggi tutto

Premiati Comuni della colonna mobile. Masetti: “Oggi giornata importante, la strada è tracciata”

Il riconoscimento è stato consegnato per l’impegno e la dedizione dimostrati in costanza di emergenza sanitaria Covid-19. Ogni Comune italiano può partecipare alle attività, aderendo della Colonna Mobile degli Enti Locali, secondo criteri e standard definiti a livello nazionale da ANCI
Leggi tutto

A Parma l’esercitazione di protezione civile della “Colonna mobile degli enti locali”

Organizzata in raccordo con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, l'iniziativa coinvolgerà i nuclei di Protezione civile di nove dei 14 Comuni capoluogo di Città metropolitane (Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Roma, Torino e Venezia) e simulerà interventi volti a garantire la continuità amministrativa degli enti coinvolti in calamità naturali.
Leggi tutto

Masetti: “Ok lavoro Senato. Ora testo più adeguato esigenze dei territori”

Il delegato Anci alla Protezione civile: “Avevamo chiesto (ed è stato inserita nel testo di legge) una modalità certa di notifica ai Comuni dei dati, per garantire la certezza dell’avvio del procedimento a livello territoriale”
Leggi tutto

A Camerino l’evento dedicato al sisma 2016. Il reportage di Anci cinque anni dopo

Un viaggio attraverso 12 Comuni italiani del Centro Italia per raccontare le storie, le voci, le speranze, l'impegno e il lavoro di sindaci, amministratori locali, comunità e imprese nella fase della ricostruzione e della ripartenza
Leggi tutto

A Camerino oggi evento a cinque anni dal sisma. Anci presenta il video-reportage

L’evento, organizzato dalle Anci regionali di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, in collaborazione con Anci nazionale, sarà un momento di confronto con gli attori istituzionali e i soggetti del territorio sulla ripresa e la ripartenza dei Comuni interessati dal terremoto
Leggi tutto

Il documento della Protezione civile con raccomandazioni su prevenzione frane e alluvioni autunnali

La forte attenzione al rischio dei fenomeni in questa annualità, scaturisce da una stagione estiva con temperature elevate e da scarsità di precipitazioni, con fenomeni meteorologici spesso intensi e localizzati, oltre agli incendi che hanno interessato nella seconda parte del mese di luglio in modo particolare alcune regioni del Sud d’Italia
Leggi tutto

Masetti: “Bene il fondo per la prevenzione ma servono modifiche su sanzioni e catasto”

Il delegato Anci in audizione al Senato: “Se da una parte è del tutto condivisibile l’inasprimento delle pene per chi appicca il fuoco, dall’altra risulta sproporzionato il contestuale riferimento a comportamenti colposi, abuso di ufficio o omissione di atti nelle attività di prevenzione e di contrasto agli incendi boschivi"
Leggi tutto

Piani di protezione civile, il Governo fornisce gli indirizzi ai livelli territoriali

La Gazzetta Ufficiale n. 160 del 6 luglio 2021 ha pubblicato la direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 aprile 2021 che definisce le modalità di organizzazione e svolgimento dell’attività di pianificazione di protezione civile al fine di garantire un quadro coordinato in tutto il territorio nazionale
Leggi tutto