• Ottobre 16, 2018
di Angela Gallo

Stati generali della Montagna

Bianchi: “Portare all’attenzione dell’Europa il tema della valorizzazione aree montane”

La giornata rientra nell’ambito delle attività del progetto Italie, con cui, il Dipartimento per gli affari regionali punta alla modernizzazione del sistema amministrativo territoriale, al miglioramento delle prestazioni degli enti locali e al potenziamento delle capacità di governance locale.

“Quella della montagna è una questione importante che coinvolge 4mila comuni italiani, circa il 50 percento del nostro territorio con oltre 9 milioni di italiani. Da tempo Anci è impegnata nella valorizzazione delle aree interne e, attraverso l’Agenda controesodo, nel contrasto al fenomeno dello spopolamento della montagna. Un tema, questo, a cui deve guardare anche l’Europa prevedendo, nel prossimo ciclo di programmazione, spazio anche alla valorizzazione dei territori montani e delle aree interne”. Lo ha sottolineato il vicepresidente di Anci, sindaco di Morazzone e delegato nazionale alle Aree interne, Matteo Bianchi nel corso dei lavori degli Stati generali della Montagna in corso a Roma presso il Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie locali.
La giornata rientra nell’ambito delle attività del progetto Italie, con cui, il Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie locali (Dara) punta alla modernizzazione del sistema amministrativo territoriale, al miglioramento delle prestazioni degli enti locali e al potenziamento delle capacità di governance locale.
“Anci porterà ai tavoli di lavoro, che speriamo siano concreti e innovativi, le proprie idee e documenti partendo dall’Agenda controesodo, dal nostro lavoro sulle aree interne e sulla fiscalità di vantaggio. Crediamo che il tempo per le azioni politiche per questi territori siano ormai maturi e auspichiamo che venga finalmente applicata la legge per i piccoli Comuni”. E’ quanto invece ha rimarcato, da parte sua, il responsabile del coordinamento nazionale dei piccoli Comuni e sindaco di Cerignale Massimo Castelli che ha guidato, con Matteo Bianchi, la delegazione di Anci.
Obiettivo dell’appuntamento – come spiegato dalla ministra Erika Stefani che ha aperto la giornata – è quello di “istituzionalizzare il tema della montagna all’interno delle attività del Ministero per gli affari regionali. Puntiamo ad istituire dei tavoli di confronto non solo tra le comunità montane e il governo ma anche tra gli stessi portatori di interesse per creare una squadra di lavoro”.
Prossimo appuntamento sarà l’11 dicembre, in occasione della giornata della Montagna, nel corso della quale si farà un primo punto sullo stato di avanzamento dei lavori dei gruppi, formatisi oggi, con l’obiettivo di confrontare proposte e lanciare idee per l’innovazione e la valorizzazione dei territori montani.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *