Libri

Avvistamenti, un’isola in rete

Stavolta si tratta di un vero “avvistamento”. La visione del borgo di Castelsardo, arroccato su uno sperone  di roccia sotto il castello Doria (nel Nord della Sardegna), ha infatti qualcosa di abbagliante. Potrebbe evocare il paesino addormentato nel sole di un’isola greca, ma a differenza di questo non è interamente verniciato di bianco, piuttosto ci appare  nella sua gioiosa varietà di colori: i pescatori, al largo, avevano bisogno di riconoscere ognuno la propria casa. Qui si svolge un prezioso festival da metà agosto fino alla fine di settembre –  Un’isola in rete. Festival internazionale di promozione del libro e della lettura –  con gli incontri che si svolgono perlopiù nella locale biblioteca (solo alcuni all’aperto, nelle Terrazze).
Innumerevoli gli ospiti: Paolo Crepet, Andrea Moro, Paolo Nori, Leonardo Caffo, Giuseppe Conte, Luca Doninelli, etc.. La manifestazione, alla sua VIII edizione (realizzata in collaborazione con oltre 40 partner), è diretta da Giuseppe Pintus (formazione filosofica) e Federico Piras (formazione letteraria), con la consapevolezza che la cultura non può essere un recinto separato dalla società, dove raffinate élite intellettuali degustano i prodotti dello Spirito, ma uno spazio – dinamico, conflittuale, dialogico –  aperto a chiunque intenda formulare domande sul presente, a costruire un senso condiviso delle cose. Di qui, nel programma (disponibile anche sul Web),   un intreccio costante di temi letterari e temi “civili”, legati all’ambiente, alla migrazione, alla psicologia, alle fake news. Oltre a proiezioni di cortometraggi, mostre d’arte, concerti, reading, summer school. (flp)

 

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *