Politiche giovanili

Anno europeo dei giovani, a Bruxelles i giovani a confronto con le Istituzioni europee

Approfondire gli strumenti attivi in ambito europeo per favorire l’inclusione all’interno delle comunità e delle città, anche attraverso la promozione e diffusione della pratica sportiva, è stato il focus al centro degli incontri e seminari tecnici, che si sono tenuti il 27 e 28 settembre a Bruxelles, con le Istituzioni europee organizzati dall’Anci in collaborazione con il Dipartimento per le politiche giovanili della Presidenza del Consiglio dei ministri in occasione dell’Anno europeo dei giovani.
Alla due giorni hanno partecipato gli attuali componenti del Coordinamento Nazionale di Anci Giovani, organo della Consulta che in Anci conta una rappresentanza di circa 20mila giovani amministratori (under 35) dei Comuni italiani. Parallelamente Anci, in accordo con il Dipartimento per le politiche giovanili, ha invitato anche gli ambassador, giovani selezionati attraverso un bando del Dipartimento per le politiche giovanili e dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, per una maggiore condivisione e partecipazione democratica.
L’evento ha centrato l’attenzione sulla necessaria interlocuzione con le Istituzioni europee, in particolare con la Commissione europea, per fare il punto su quali sono gli strumenti e le opportunità che l’Europa mette a disposizione degli enti locali sui temi legati alla cultura e ai valori dello sport per promuovere la crescita e l’inclusione sociale dei giovani. Nel corso degli incontri, i giovani si sono confrontati anche sulle esperienze di successo realizzate dai diversi paesi europei.
Sono intervenuti, nella giornata del 27 settembre, presso l’Ufficio di rappresentanza di Confindustria a Bruxelles: Pierpaolo Settembri – Capo Unità DG MOVE Commissione europea, Luca Perego – Capo Unità DG EAC Commissione europea, Mattia Pellegrini – Capo Unità DG ENV Commissione europea, Adriano Scaletta – Valutatore tecnico presso il Dipartimento per le Politiche Giovanili – Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Mentre nella seconda giornata il confronto tra giovani e rappresentanti delle Istituzioni è proseguito con gli interventi di: Brando Benifei – S&D – Capodelegazione PD al Parlamento europeo, PD, Carlo Fidanza – ECR – Capodelegazione FdI al Parlamento europeo, FdI, On. Paolo Borchia – ID – Membro del Parlamento europeo, Lega, On. Fabio Massimo Castaldo – NI – Membro del Parlamento europeo, M5S e Tiberio Schmidlin – Coordinamento settori Istruzione, Gioventù, Cultura e Sport – Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Ue.