• Giugno 29, 2018
di anci_admin

#ancigiovani2018

Soluzioni concrete per i cittadini: Pascucci, Martino, Bernardini, Marchetti, D’Arrigo

I cittadini vogliono soluzioni concrete. La nostra risposta è nei territori: questo il tema del secondo dibattito che ha animato i lavori della IX Assemblea nazionale di Anci Giovani
Soluzioni concrete per i cittadini: Pascucci, Martino, Bernardini, Marchetti, D’Arrigo

CHIETI – I cittadini vogliono soluzioni concrete. La nostra risposta è nei territori: questo il tema del secondo dibattito che ha animato i lavori della IX Assemblea nazionale di Anci Giovani in corso di svolgimento a Chieti fino a domani.
“Oggi è importante recuperare il valore della gavetta, dell’impegno quotidiano per colmare il divario tra cittadini e politica”. Questo il messaggio del sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci che ha rimarcato la necessità di semplificare l’azione amministrativa dei sindaci e degli amministratori locali superando eccessivi ostacoli burocratici che “non ci fanno fare bene il nostro lavoro”.
Secondo Antonio Martino, deputato del gruppo di Forza Italia, “per assicurare regolarità alla vita amministrativa bisogna essere trasparenti ma combattere anche la burocrazia, che a volte è cieca sulle problematiche delle aziende”.
Fabio Bernardini, deputato dei Cinque stelle, ha auspicato la digitalizzazione degli uffici in particolare dei piccoli Comuni, che ancora oggi si trovano sprovvisti di servizi e della rete. Nello specifico ha annunciato una proposta di legge per rendere uniforme un’app per mettere in rete tutti i servizi di promozione turistici dei Comuni.
Augusto Marchetti, deputato della Lega, ha stigmatizzato il fatto che gli amministratori locali sono sottopagati rispetto ad i loro colleghi delle Regioni e del Parlamento. Per questo – ha detto – bisogna ridare dignità agli amministratori locale, visto che Il sindaco lavora sette giorni  su sette a prescindere dalle stagioni”.
Da parte sua Giacomo D’Arrigo, direttore dell’Agenzia nazionale per i giovani ha ricordato che le giovani generazioni vogliono essere utili. “Esistono una serie di comunità, come l’Anciel. Anci Giovani, che vogliono fare la loro parte per fare crescere anche sui territori la capacità di dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini”, ha concluso. (ag/gp)


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *