Sicurezza urbana

Anci al Forum europeo di Nizza con l’esperienza del progetto ToNite di Torino

Sicurezza urbana, coesione sociale e politiche della notte: questo il focus al centro del Forum europeo sulla sicurezza urbana “Security, Democracy and Cities 2021” che si svolge a Nizza dal 20 al 22 ottobre e a cui partecipa anche l’Anci con Simone d’Antonio, responsabile comunicazione e disseminazione del progetto UIA di Torino – TONite. Rappresentanti delle maggiori città europee, sindaci, amministratori locali, esperti, ma anche esponenti del mondo della società civile e del settore privato si confrontano sulle esperienze messe in campo per interventi e azioni integrate verso città sicure e partecipate.
L’appuntamento di Nizza è un importante momento di scambio e confronto con altri progetti UIA – Urban Innovative Actions sulla sicurezza urbana, nel corso del quale le diverse città europee racconteranno le attività e gli interventi realizzati, tra cui anche l’esperienza di Torino con ToNite. La città sta sperimentando lungo il fiume Dora una serie di azioni per migliorare la vivibilità nelle ore serali di due aree nei quartieri Aurora e Vanchiglia. In particolare si discuterà di come realizzare una strategia integrata per promuovere le politiche della notte nel panel dedicato, in programma il 20 ottobre alle 14.30, a cui partecipano rappresentanti delle città di Parigi, Bordeaux, Nantes, Budapest, tra cui: Thierry Charlois, Programme Manager for Nightlife, della città di Parigi, Vanina Hallab, Programme Manager for Crime Prevention – Coordinator of the ‘Bordeaux La Nuit’, della città di Bordeaux, Denis Tallédec, Director of the Culture Barbars Collective and Coordinator of the Nightlife Platform, della città di Nantes, Renáta Gallai, Responsible for tourism and culture, 7th District, della città di Budapest, e Simone D’Antonio, European Project ToNIte – Anci.
Anci racconterà la strategia realizzata a Torino che punta alla promozione della sicurezza urbana attraverso il diretto coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini ripensando gli spazi pubblici. Un nuovo modello di sicurezza urbana, intesa come bene comune, in grado di essere motore di rigenerazione urbana e attrattività della città che si inserisce nel più ampio dibattito nazionale ed europeo.