Finanza locale

VIII Conferenza Ifel, Bianco: “Comuni uniti colgano occasione per confronto proficuo con governo”

“I Comuni italiani vivono un momento importante caratterizzato da pochi punti chiari e molti altri oscuri, frutto delle scelte fatte in tema di finanza locale negli anni scorsi e fortemente penalizzanti per gli enti periferici. Ma i Comuni hanno ora l’occasione del tempo di vita del nuovo governo per porre una serie di questioni cruciali che potranno cogliere solo se resteranno uniti e compatti”. Lo ha affermato Enzo Bianco, presidente del consiglio nazionale Anci che ha concluso i lavori della 8^ Conferenza annuale di Ifel che ha affrontato i principali temi fiscali e di bilancio in vista della prossima manovra finanziaria.
Secondo Bianco, che ha portato alla conferenza i saluti del presidente dell’Anci Decaro e il suo ringraziamento per il proficuo lavoro scientifico dell’Ifel, “vera mappa per orientare le scelte degli amministratori”, sicuramente “è positivo aver appreso dal governo e dal sottosegretario Misiani che non ci saranno più tagli per gli  enti locali. Ma questo da solo non è sufficiente per migliorare la condizione oggettiva del comparto”.
In questo senso il presidente del Consiglio Anci ha indicato una serie di questioni che dovranno trovare posto nell’agenda politica del confronto con il governo nei prossimi mesi. “Innanzitutto il nodo dei tassi dei mutui contratti degli enti locali e la questione dei crediti di dubbia esigibilità, un vincolo che penalizza molto le amministrazioni comunali”, ha spiegato Bianco. Così come “il tema della semplificazione normativa, della riforma della riscossione locale ed infine il tema del rinnovo del Testo unico degli enti locali. Su questo specifico punto, confermo il massimo impegno del ministro dell’Interno Lamorgese che – ha concluso Bianco – ha confermato la sua presenza alla prossima assemblea dell’Anci ad Arezzo”.

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *