Fase 2

Sport, Pella a Spadafora: “Serve Cabina di regia per individuare azioni idonee alla ripartenza”

La convocazione di una cabina di regia sullo sport unitamente alle Regioni per individuare le azioni più idonee alla ripartenza delle attività sportive nei territori prendere in esame le misure contenute nel dl Rilancio prima che il provvedimento inizi l’iter parlamentare è quanto richiede Anci in una lettera inviata al ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora a firma del del Vicepresidente Vicario Anci e delegato politico allo Sport, Salute e Politiche Giovanili Roberto Pella.
Pur apprezzando le misure a sostegno dello sport previste nel decreto Rilancio Italia approvato in Consiglio dei Ministri lo scorso 13 maggio, Anci rileva, infatti, alcune criticità, in particolare all’art. 210, comma 2, riguardante la revisione dei rapporti concessori in scadenza entro il 31 luglio 2023.
“Si fa presente – si legge nella missiva – che la gestione impianti è alquanto onerosa e non è del tutto presumibile che dopo il 2023 il disallineamento economico sia recuperato e superato, in considerazione delle gravi perdite da chiusura e adeguamento.
Anci ritiene, inoltre importante, per rispondere alla crisi economica che colpisce il settore dello sport, la previsione all’art. 211 di un “Fondo per il rilancio del sistema sportivo nazionale” con il pieno coinvolgimento dell’Associaizone dei Comuni per le misure di sostegno da adottare.

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *