Soldo in aiuto di Comuni italiani per la gestione dei buoni spesa

Soldo, azienda fintech attiva dal 2015 e oggi leader in Italia per la fornitura ad aziende ed enti di una piattaforma per la gestione delle spese fatte dai dipendenti, ha messo in campo: Soldo per il Corona Virus. Si tratta di un progetto rivolto a Comuni Italiani per agevolare l’erogazione dei buoni spesa ideati dal governo a sostegno delle famiglie in difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid-19.

Come già fatto per il Comune di Milano, uno dei primi ad aderire al programma, Soldo, metterà a disposizione a canone zero la propria infrastruttura di gestione pagamenti, comprensiva di carte prepagate Mastercard totalmente personalizzabili e controllabili in tempo reale. Appoggiandosi al circuito internazionale Mastercard, le carte prepagate potranno usufruire dei vantaggi dell’accettazione globale in oltre 53 milioni di punti vendita nel mondo, di cui 3 milioni in Italia, offrendo così ai cittadini uno strumento di pagamento semplice, veloce e sicuro.
In particolare, ogni Comune potrà, dopo avere attivato un conto sulla piattaforma Soldo, richiedere e creare le proprie carte in modo autonomo, caricandole con somme personalizzate, in tempo reale e senza costi. Ogni carta potrà essere limitata nell’uso da regole definite e assegnate di volta in volta per consentirne l’utilizzo solo su specifiche categorie di esercenti (come supermercati/food, farmacie, etc.) liberamente scelti dalle famiglie, con massimali di spesa legati a specifici periodi (giornalieri, settimanali o mensili); ed essere ricaricata, bloccata e sbloccata in tempo reale.
Ai soggetti sopra menzionati, Soldo renderà da subito disponibile personale dedicato per velocizzare la partenza e l’eventuale training a distanza, azzerando i canoni mensili di gestione della piattaforma.
Le carte potranno essere etichettate con un testo unico con un numero progressivo, oppure intestate a singoli soggetti o avere altri identificativi (es. codice fiscale, o altro per facile identificazione).
Per saperne di più e richiedere l’attivazione del servizio: www.soldo.com

Articolo presente in: