Città metropolitane Sicilia

Orlando: “Governo emani norma urgente per attenuare loro difficoltà finanziarie”

“L’emanazione di una norma di legge da inserire in uno dei decreti che verranno adottati dal consiglio dei Ministri di oggi, così da dare sostanza alle misure concordate con il governo la scorsa settimana, durante il tavolo nazionale di confronto prima in Stato Città e poi in Conferenza unificata”. E’ l’appello lanciato dal presidente di Anci Sicilia Leoluca Orlando per attenuare il grave svantaggio nel quale si sono trovati gli enti intermedi siciliani a seguito dei tagli di risorse massicci degli scorsi anni.
“La drammatica situazione finanziaria delle Città metropolitane e delle Province (Liberi consorzi) della Sicilia – ricorda Orlando – è stata da qualche settimana posta all’attenzione del Governo e della stessa Regione Siciliana, grazie ad un intervento coordinato dei sindaci delle tre Città metropolitane isolane, sostenuti dall’Anci e dall’Anci Sicilia”.
Durante i tavoli della scorsa settimana “sono state concordate alcune norme straordinarie che consentono la chiusura dei bilanci di previsione, che devono essere accompagnate da un accordo per un trasferimento regionale straordinario, in corso di definizione”.
Da qui l’auspicio del primo cittadino di Palermo perché il consiglio dei ministri di oggi vari il provvedimento atteso, dando seguito alle intese tra il ministro per gli Affari regionali, Erika Stefani, il sottosegretario agli Interni, Stefano Candiani e i rappresentanti dei comuni siciliani.