Appalti pubblici

Nicotra: “Servono regole chiare e finanziamenti diretti ai Comuni per ripresa investimenti”

“E’ necessario creare un contesto di regole che mettano ancor di più i Comuni nelle condizioni di migliorare le performance sul versante degli investimenti. I Comuni restano i livelli di governo principali con le performance migliori: circa il 25% degli investimenti pubblici provengono dai Comuni con una percentuale largamente superiore rispetto agli altri livelli di governo.” E’ quanto ha affermato il segretario generale dell’Anci, Veronica Nicotra, a seguito del seminario online organizzato da Anci su “La disciplina degli appalti pubblici alla luce delle novità introdotte dalla legge n. 120/2020” cui hanno partecipato circa 500 tra dirigenti e funzionari di Comuni e Città Metropolitane e nel corso del quale sono state approfondite le principali novità del provvedimento.
“Quelle che i Comuni hanno a disposizione con la legislazione vigente – ha proseguito il Segretario generale – sono risorse importanti. Ricordiamo che per il 2021 sono previsti già circa 3 miliardi e mezzo da diverse norme per gli investimenti pubblici. Con il ‘Dl semplificazioni’ molte delle nostre richieste sono state recepite con grandi passi in avanti, ma servono regole chiare, finanziamenti stabili e duraturi nel tempo nonché diretti ai Comuni. I fondi che prevedono finanziamenti diretti infatti funzionano perfettamente e questo consentirà, accompagnato ad un recupero di competenze professionali e amministrative interne ai Comuni, una ripresa graduale, che già registriamo, ma ulteriore degli investimenti.”
“La disciplina derogatoria del decreto semplificazioni – ha affermato Stefania Dota, Vice Segretario Generale dell’Anci nella sua relazione al Convegno – apre la strada ad una riforma del settore che serva da volano all’economia: l’Anci fornirà tutto il supporto formativo ed informativo per rispondere al meglio al bisogno di attuazione delle nuove regole auspicando che servano proprio a questo, a definire un nuovo quadro ordinamentale in grado di sostenere gli investimenti e la capacità di spesa dei Comuni. Ringraziamo per questo tutti gli autorevoli relatori di questo Convegno che hanno arricchito il dibattito di spunti di riflessioni e documenti utili a tale obiettivo.”