Intimidazioni amministratori

Minacce al sindaco Vurchio, presidente e coordinatore Giovani: “Siamo al fianco di Gianluca”

“Busta e parole minacciose. Questa volta perfino irridenti di chi crede nella legalità. L’ennesimo atto intimidatorio nei confronti di un sindaco colpisce un giovane collega mio amico: il sindaco di Cellamare, in provincia di Bari, Gianluca Vurchio. Dice bene Gianluca: non ci fanno paura. Non ci fa paura chi vede nelle battaglie per la legalità un pericolo per i propri comodi. Non ci fa paura chi usa la più vile delle modalità: l’anonimato. Non ci fa paura chi pensa di intimorire un uomo solo. Perché Gianluca non è solo. Ha tutti noi sindaci al suo fianco. E la prossima settimana porterò il suo come purtroppo tanti altri casi al tavolo dell’osservatorio sugli atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali al ministero dell’Interno. Bisogna passare dalle parole di solidarietà ai fatti”. E quanto dichiara il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro.

Alle parole del presidente Decaro si aggiungono quelle di Luca Baroncini, sindaco di Montecatini Terme e coordinatore nazionale di Anci Giovani che, a nome di tutti i giovani amministratori, dichiara: “Esprimo tutta la mia solidarietà e sostegno al collega sindaco di Cellamare, Gianluca Vurchio, destinatario di ignobili minacce. Troppi sono ancora oggi in Italia gli amministratori pubblici vittime di ricatti e intimidazioni, le cui uniche colpe sono rispettare la legge e servire lo Stato e i cittadini nell’esercizio del proprio ruolo. A chi pensa di impaurirci e condizionare il nostro operato dico con fermezza: non ci fate paura! Noi non arretriamo neppure di un solo passo dalla direzione della legalità e della giustizia e dalla missione di far crescere le nostre comunità, sempre nella logica di un interesse collettivo e mai particolare. Un abbraccio a Gianluca, e a tutti i sindaci italiani che ogni giorno lottano per un Paese migliore”.