Cooperazione internazionale

Marmorale ad Exco2019: “Enti locali preparati ma serve norma per sostegno a cooperazione locale”

“Il settore della cooperazione territoriale negli enti locali sta diventando un campo sempre più professionalizzato che si avvale anche degli studi degli atenei. A dimostrazione di ciò oggi erano presenti al panel anche il Politecnico di Torino e l’Università di Roma impegnate in studi che danno una lettura di come sta cambiando la cooperazione nei paesi terzi.” E’ quanto ha rimarcato l’assessora del Comune di Napoli Laura Marmorale intervenuta questa mattina ad Exco 2019, l’Expo della cooperazione internazionale.
“Sono tante – ha aggiunto Marmorale – le buone pratiche realizzate dagli enti locali nel campo della cooperazione territoriale, come testimoniano i casi di Milano, Torino, Bologna e Reggio Emilia. Gli enti locali sono sempre più preparati”. Non mancano però alcune criticità. L’assessora ha ricordato la mancanza di una legge regionale della Campania che normi e dia sostegno alla cooperazione locale. “E’ arrivato il momento di ragionare con l’Aics su questo punto e soprattutto sul fronte dei bandi e della gestione delle risorse su cui sarebbe necessario bypassare le Regioni perché siano i Comuni i diretti protagonisti. In questa direzione Anci con il progetto ‘Municipi senza frontiere’ potrebbe essere la cabina di regia di questo processo.
Laura Marmorale interverrà anche nel panel dedicato al tema della dispora e della cooperazione allo sviluppo nel corso del quale porrà l’accento sulla ridefinizione del termine “diaspora” e su come il tessuto sociale dei nostri territori stia cambiando. In particolare focalizzerà l’attenzione sulla questione delle rimesse come esperienza di cooperazione territoriale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *