Crisi climatica

Manifesto per un’economia a misura d’uomo, conferenza stampa martedì 14 gennaio in Anci

Affrontare con coraggio la crisi climatica non è solo necessario ma rappresenta una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro. È la convinzione alla base del Manifesto Un’economia a misura d’uomo contro la crisi climatica, che vede tra i suoi promotori: Ermete Realacci presidente Fondazione Symbola; Ettore Prandini, presidente Coldiretti; Vincenzo Boccia presidente Confindustria Francesco Starace Ad Gruppo Enel; Enzo Fortunato Direttore Sala Stampa Sacro Convento Assisi e Catia Bastioli Ad di Novamont.
L’iniziativa verrà presentata martedì 14 gennaio alle ore 14,30 in una conferenza stampa, presso la Sala Conferenze di Anci, con il presidente del consiglio nazionale Enzo Bianco, il vicepresidente vicario Roberto Pella, il presidente della Fondazione Symbola Ermete Realacci e Padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi.
Il documento ha già raccolto molte adesioni di rappresentanti di istituzioni, del mondo economico e produttivo e della cultura, e di molti amministratori locali: il presidente di Anci Antonio Decaro, quello del Cn Enzo Bianco, il vicepresidente vicario Roberto Pella, il coordinatore Anci dei piccoli Comuni Massimo Castelli e tra gli altri i sindaci di Milano Giuseppe Sala, Napoli Luigi de Magistris, Bologna Virginio Merola e Firenze Dario Nardella.
Il manifesto evidenzia che la green economy rende più competitive le nostre imprese e produce posti di lavoro affondando le radici, spesso secolari, in un modo di produrre legato alla qualità, alla bellezza, all’efficienza, alla storia delle città, alle esperienze positive di comunità e territori.

Articolo presente in: