Giro d’Italia

Iniziati lavori in vista della 103 edizione, riunione al Viminale con segretario generale Nicotra

Oggi, presso la sala riunione della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato si è tenuta una tavola rotonda di carattere tecnico-operativo del prossimo Giro d’Italia, nella quale sono stati coinvolti i vertici di Polizia Stradale, RCS, ANAS e ANCI.
Trattasi dell’avvio di una nuova importante collaborazione, dove tutti gli attori
coinvolti hanno messo a frutto i rispettivi punti di forza, in ragione delle consolidate esperienze maturate negli anni precedenti, con la finalità di assicurare soluzioni rapide ed efficaci ad una così importante manifestazione sportiva.
La riunione, presieduta dal Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato Dott. Armando Forgione, ha visto la partecipazione del Segretario Generale di A.N.C.I., Dottoressa Veronica Nicotra, del Responsabile Gestione Rete di A.N.A.S., Ing. Roberto Mastrangelo, del Direttore del Giro, Dott. Mauro Vegni, del Responsabile Gestione Sportiva di RCS Sport, Dott. Stefano Allocchio e delle diverse componenti della Polizia Stradale protagoniste della sicurezza della manifestazione.
Le soluzioni individuate saranno a beneficio sia del Giro dei professionisti, sia del Giro E-Bike che, come l’anno scorso, aprirà la gara. Quest’anno, come noto, il Giro partirà dall’Ungheria il 9 maggio, per poi rientrare in Italia il 12, ripartendo da Monreale (PA) e terminando a Milano il 31 maggio e coinvolgerà 11 regioni, 36 provincie e centinaia di Comuni d’Italia.

Articolo presente in: